Aversa

Giovani Pd: “Aversa vive una delle sue pagine più buie”

 AVERSA. “Aversa sta vivendo una delle pagine più buie della sua politica negli ultimi due anni”.

Ad affermarlo è Augusto Pellegrino, membro della segreteria dei Giovani Democratici di Aversa, che continua: “Il sindaco è in condizioni non ottimali (gli auguro di guarire presto e di tornare subito in sella per chiudere il mandato con ‘dignità’), ‘interpartitici’ vari formati da persone elette qua e là 5 anni or sono, consiglieri che si auto-sospendono dalla maggioranza (Gruppo della Libertà, Udeur), assessori piccati che si attaccano anche sul piano personale e che litigano pubblicamente per il ‘camper della legalità’. Legalità, appunto, parola grossa. Soprattutto se pronunciata da questa amministrazione, che così poco o niente sta facendo per la città da questo o tanti altri punti di vista. Ma io vorrei focalizzare l’attenzione solo su alcuni significativi punti che riguardano la legalità nella nostra amata città. Punto uno, dove è stata l’amministrazione e quali provvedimenti ha preso in merito al fenomeno dei parcheggiatori abusivi, che come moderni ‘bravi’ ,la sera fanno scorribande nel centro storico di Aversa. Ma il sindaco, la giunta, la maggioranza , non passano mai nelle zone di piazza Marconi, via Seggio e nelle zone adiacenti al Duomo nei weekend e non solo? A loro forse il pizzo per il parcheggio non viene chiesto? Oppure l’amministrazione si ricorda di queste aree solo nelle ore diurne quando c’è da controllare se si parcheggia nelle strisce blu? E’ ora di allargare i controlli, perché il centro storico, anima della città e meta turistica, al tramonto non deve diventare terra di nessuno. La legalità qua non si è mai vista. Punto due, vogliamo parlare della zona adiacente alla stazione ferroviaria? Provate a passare in tarda serata a piazza Mazzini, vedrete di tutto e di più, basta questo per sottolineare il disagio e la mancanza di legalità che imperversa nella nostra città. Non parliamo poi del parco Pozzi. Quante persone si lamentano che il passaggio nel parco è disturbato da individui che non sono lì per relax o jogging? È così difficile prevedere la presenza anche solo di un vigile urbano che faccia capire che le istituzioni ci sono? Ma voglio aggiungere altro. Come mai le telecamere installate dall’amministrazione non funzionano o servono a poco perché fuori servizio o mal funzionanti? E poi quante effettivamente funzionano? E soprattutto perché?”.

“Tutto questo forse non ci sarà mai dato sapere, ma una cosa è certa: il camper della legalità o la festa della legalità non risolveranno i problemi che ogni giorno affliggono chi vive ad Aversa, i pendolari, gli universitari, i commercianti o anche semplicemente chi vuol passare un week-end con gli amici in uno dei tanti bei localini del centro.D’altronde non possiamo nemmeno dare la colpa alle nostre istituzioni, troppo impegnate a non salvaguardare le periferie (altre terre di nessuno e non solo di notte), troppo attente a rendere più blu e sempre meno verde la nostra città garantendo un parcheggio (non libero) a tutti, troppo attive nell’attività amministrativa, se per quest’ultima intendiamo la spartizione di cariche e rimpasti vari”.

“Noi dei Giovani Democratici, – conclude Pellegrino – noi cittadini responsabili e onesti, non ci stiamo e chiediamo, senza sminuire il lavoro di nessuno, più mera legalità oltre alle varie iniziative che a questa si rifanno. E’ ora, anche se siete a fine mandato, che pensiate anche alla vita degli aversani, che prima di essere elettori sono cittadini e in quanto tali meritano rispetto ma soprattutto fatti e non solo promesse”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico