Orta di Atella

Sel: “Reintegrare la Lsu licenziata”

Sel ORTA DI ATELLA. Il circolo Sel di Orta di Atella si associa alla forte protesta dei dipendenti comunali e dei lavoratori Lsu considerando “antidemocratico” l’atteggiamento dell’amministrazione locale.

“Il licenziamento di una lavoratrice Lsu denota l’atteggiamento ostile verso chi non è perfettamente allineato ai voleri della maggioranza a dimostrazione che, persino gli incentivi e i trattamenti di integrazione salariale, vengono concessi senza un criterio di programmazione progettuale, ma perseguendo criteri personalistici, come evidenziato nell’assemblea dei lavoratori del giorno 11 aprile scorso alla presenza dei rappresentanti Provinciali della Cgil. Sarebbe stato opportuno già da tempo, come più volte indicato dalla opposizione, programmare una corretta procedura per la stabilizzazione degli Lsu assunti come attività di supporto della pubblica amministrazione come originariamente stabilito con la messa in mobilità attraverso la legge 223/91 al momento della espulsione dai loro originari luoghi di lavoro, (quindi gia licenziati) per continuare a percepire l’assegno Inps di mantenimento. Ad oggi questi lavoratori sono chiamati a svolgere mansioni ordinarie e sopperire spesso alle carenze delle piante organiche degli enti locali, permettendo alle casse comunali un risparmio economico consistente. Mai si è voluto affrontare il problema per inserirli in attività vere nei vari settori amministrativi, spesso lasciati senza nessuna indicazione di servizio. Sono invece una risorsa perché numerosi e con varie professionalità utilizzabili gia’ da tempo nei settori delle manutenzioni e dei servizi con risparmi economici per il comune. Anche il Governo Centrale e la stessa Regione Campania più volte hanno preso impegni e messo a disposizione risorse economiche per la stabilizzazione di tali lavoratori, ma puntualmente a tali risorse non si è saputi accedere. Sel chiede pertanto il reintegro della lavoratrice licenziata e l’apertura di un confronto sull’intera problematica del personale e degli Lsu ipotizzando un percorso per incalzare l’assessore regionale Nappi ad un ulteriore provvedimento di merito verso la stabilizzazione per raggiungere definitivamente soluzioni condivise”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico