Cesa

Revoca Marino, Liguori: “Pd in stato confusionale”

Cesario LiguoriCESA. “Nonostante gli sforzi profusi dal nuovo segretario, il Pd mostra pubblicamente le proprie divisioni e lo stato confusionale in cui versa”.

Ad affermarlo è il dottor Cesario Liguori, alla luce della revoca dell’incarico di assessore a Franco Marino. “Non convince – commenta l’esponente dell’Udc – la generica motivazione con cui il sindaco ha revocato l’incarico all’assessore Marino, fino ad oggi giudicato tra i più efficienti collaboratori dello stesso. Infatti, dire genericamente che è venuto meno il mandato fiduciario è come non dire nulla. E’ grave che il segretario del partito di appartenenza di entrambi dica di essere all’oscuro di tutto, quasi a testimoniare lo spontaneismo e l’estemporaneità degli atteggiamenti che i singoli esponenti assumono. Stupisce, infine, che le forze politiche restino in silenzio in attesa degli eventi”.

“La revoca di un assessore – continua Liguori – è un fatto politico grave ed i cittadini hanno il diritto di conoscerne i motivi, specie in un momento di evidente difficoltà dell’azione amministrativa caratterizzata da una stasi decisionale (vedi questioni loculi, Tarsu) e da incerte politiche di bilancio. Si vocifera, infatti, e speriamo che non sia vero, dell’ipotesi di vendere parte del patrimonio comunale per far fronte a debiti del Comune”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico