Caserta

Gasparri apre la campagna elettorale di Del Gaudio

 CASERTA. “Sono gli atti di stima, che mi stanno pervenendo, e il consenso sempre crescente che testimoniano l’adesione della città al mio progetto politico, …

… non certo le bassezze e le critiche pretestuose da parte dei miei avversari, che avevo già messo in conto. Posso solo dire grazie a chi ha creduto, crede e crederà in me”.

Così Pio Del Gaudio, candidato sindaco al Comune di Caserta per la coalizione di centrodestra, ha dato il via alla sua campagna elettorale dal palco del teatro Comunale di via Mazzini, attorniato dai rappresentanti delle undici liste che lo sostengono, il coordinatore regionale del Pdl, Nicola Cosentino, il vice coordinatore vicario Pdl, Mario Landolfi, il coordinatore provinciale del Pdl, senatore Pasquale Giuliano, il vice coordinatore vicario, senatore Gennaro Coronella, il coordinatore cittadino del Pdl, onorevoleGiovanna Petrenga, il commissario regionale dell’Udc, Gianpiero Zinzi, e il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri. Mentre, a fare gli onori di casa, è stato l’assessore provinciale al Bilancio, Marco Cerreto, in qualità di moderatore. In sala, oltre a tutti i 340 candidati al Consiglio comunale, erano presenti anche numerosi consiglieri regionali e provinciali e tantissima gente.

“L’obiettivo principale – ha spiegato Del Gaudio – è quello di dare un volto nuovo a Caserta. Il nostro lavoro è frutto di un impegno che va avanti oramai da tempo, per questo nelle nostre liste sono candidati solo gente di Caserta. A differenza di altri che hanno arruolato candidati proveniente da tutta la Provincia confondendo le Amministrative con le Provinciali. Che dire di chi in questo momento parla di riciclati. Nelle mie liste ci sono solo persone che hanno aderito al mio progetto e sono io la garanzia di una gestione amministrativa di assoluta rottura contro lo sfascio provocato dal centrosinistra e di discontinuità con chi, anche prima, non ha saputo coinvolgere la città ma l’ha guidata da uomo solo al comando. Del resto, a proposito di riciclati, il massimo è rappresentato da un candidato sindaco, che cambia bandiera a secondo di come soffia il vento o di un altro candidato che ha abbandonato il suo partito, solo perché non gli ha dato il mio posto. Debolezze umane, noi dobbiamo invece occuparci delle esigenze di Caserta e dei Casertani e lo faremo con decisione, sentendo tutti e assumendoci in prima persona le decisioni necessarie a risollevare Caserta dal baratro in cui l’ha gettata il centrosinistra”.

Mirato e pungente è stato l’intervento del senatore Maurizio Gasparri. “Ammiro il coraggio – ha detto – di chi si candida a sindaco. Ammiro ancor di più Pio Del Gaudio, perché ha avuto il coraggio di scendere in campo nonostante le palesi difficoltà finanziarie causate anche qui dall’incapacità del centrosinistra. Invito, quindi, tutti gli alleati a rimboccarsi le maniche. Non servono grandi progetti realizzabili per far voti, bisogna scendere in strada, parlare con la gente, impegnarsi per risolvere i problemi, come Pio Del Gaudio fa a Caserta da oltre vent’anni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico