Sant’Arpino

Di Santo si congratula con la neonata associazione “All Music”

 SANT’ARPINO. Taglio del nastro, domenica scorsa, per la prima sala di incisione e registrazione dell’intero territorio atellano e l’esecutivo guidato dal sindaco Eugenio Di Santo si complimenta per l’obiettivo raggiunto.

Oltre cinquecento le persone che hanno partecipato all’inaugurazione di “All Music”, una vera e propria accademia nella quale, maestri e professionisti del settore, insegneranno a giovani e meno giovani l’arte dei vari strumenti musicali e del canto avvalendosi della collaborazione di Enzo Avitabile e di tanti altri esponenti della musica napoletana tra i quali il sassofonista Giovanni Sorvillo e il bassista Sasà Pelosi. Un viaggio nel passato alla riscoperta delle origini della musica, dunque, grazie all’associazione che nasce dalla tradizione della famiglia Carboni che, da generazioni, tramanda di padre in figlio la passione per la musica e per l’arte in generale. Tre i fratelli che portano avanti il ciclo cominciato con il padre Enzo: Andrea e Diego suonano rispettivamente ai tamburi e alle tastiere nel gruppo “I Bottari” di Avitabile, Raffaele invece è chitarrista nel gruppo di Ivan Granatino.

“Il nostro scopo – dichiarano i fratelli Carboni – è riportare in vita le tradizioni musicali del territorio atellano e, in generale, della terra campana, e far rivivere quella musica sana e creativa che rischia di essere dimenticata. Abbiamo deciso di concretizzare un progetto che avevamo in cantiere da anni creando una sala di incisione e di registrazione nella quale, chiunque vorrà iscriversi, potrà essere seguito da professionisti nei vari settori musicali. Sono previste inoltre manifestazioni di teatro, di pittura, di scultura perché l’arte in generale sia protagonista indiscussa di tutte le nostre iniziative. L’obiettivo è anche quello di avvicinare alla musica tanti giovani del nostro territorio che rischiano di intraprendere strade sbagliate e che speriamo, attraverso l’arte, possano riscoprire il senso vero della vita e individuare tra loro i grandi musicisti del futuro”.

“Il nostro plauso – dichiarano Di Santo e l’assessore Giuseppe Lettera – va alla famiglia Carboni per la tenacia e la passione che hanno dimostrato in tutti questi anni e che li ha portati, oggi, a far diventare realtà il loro progetto. Avvicinare soprattutto le nuove generazioni alle tradizioni della musica popolare della nostra terra significa far riscoprire le origini che vanno preservate e tutelate. Per questo ci siamo impegnati a stipulare una convenzione che consentirà, anche ai giovani meno fortunati dal punto di vista economico, di seguire le lezioni dei professionisti di All Music e di prendere parte ad un’esperienza unica ed irripetibile. Rinnoviamo la nostra disponibilità affinchè dalla collaborazione con il mondo dell’associazionismo nella sua totalità nascano sempre più spesso iniziative costruttive come questa. Alla famiglia Carboni – concludono – va il nostro in bocca al lupo con l’augurio che venga portata avanti una tradizione di famiglia e che, grazie a chi ha vera passione e crede in quello che fa, la musica e l’arte in generale riportino in vita le nostre tradizioni più belle”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico