Campania

Bimbo casertano operato al Santobono: sospetto abuso sessuale

 NAPOLI. Un bambino di tre anni è ricoverato all’ospedale Santobono di Napoli, dove è stato sottoposto ad un’operazione per essere salvato da una pelvi peritonite. Ma dietro l’episodio vi è l’ombra di una violenza sessuale.

Il piccolo proviene da una situazione familiare particolare: il padre è in carcere e la madre, residente a Santa Maria Capua Vetere, nel casertano, è agli arresti domiciliari. Era giunto prima all’ospedale di Marcianise, per una sospetta colica addominale, poi trasferito nel nosocomio napoletano dove i medici verificavano che non si trattava di una banale appendicite ma della lacerazione del tessuto nel retto, generalmente provocato da penetrazioni o comunque introduzioni di corpi estranei spinti con forza all’interno dell’intestino.

Una situazione che ha visto il bimbo rischiare la morte: ora sta bene, per il momento gli è stata applicata una colostomia, ossia una bustina artificiale per evitare l’uso del retto. Le forze dell’ordine indagano sul caso e hanno interrogato la madre e la sorella del bambino. L’attenzione è rivolta allo scenario familiare per verificare eventuali abusi tra le mura domestiche.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Mondragone, contrabbando di sigarette: revocati domiciliari a Caprio - https://t.co/HX26ZYBMGh

Condono, Salvini: “Verità agli atti, per scemo non passo”. Lo spread tocca i 340 punti https://t.co/hucibtPCtD

Casapesenna, processo Zara. Nicola Schiavone: "Fortunato Zagaria testa di legno del boss" - https://t.co/zCIAJK9ep3

Parma, sequestrato cantiere centro commerciale vicino aeroporto: 3 indagati in Comune - https://t.co/QEz7kiJNFV

Condividi con un amico