Gricignano

Pensionati costretti a lasciare la casa comunale: “spaccatura” su nuova sede

Piazza MunicipioGRICIGNANO. Da mercoledì pomeriggio il circolo dei pensionati non ha più sede nei locali al pian terreno della casa comunale di piazza Municipio.

La commissione straordinaria, come già annunciato nelle scorse settimane, ha comunicato al presidente del circolo, Francesco Autiero, che la stanza, occupata dagli anziani negli ultimi tre decenni, doveva essere liberata per far spazio agli uffici anagrafe e stato civile che a breve lasceranno l’attuale sede delle ex scuole elementari di via Aversa. Ed è proprio nelle vecchie scuole, una volta completato il trasferimento dell’anagrafe, che la commissione vuole ospitare gli anziani, appena terminati i lavori di adeguamento.

Il progetto, infatti, è quello di creare nell’edificio di via Aversa nuove classi delle scuole materne ed elementari del Comprensivo “Pascoli” (così da porre fine all’affitto in locali privati a cui è costretto il Comune) ed un vero e proprio centro ricreativo per gli anziani, con annesso campo di bocce. Ma per portare a termine i lavori occorreranno dei mesi. E, nel frattempo, gli anziani vorrebbero restare in piazza, anche in un’altra sede diversa da quella della casa comunale.

A tal proposito, la commissione aveva valutato l’ipotesi di prendere provvisoriamente in fitto dei locali privati ma occorreva che gli anziani pagassero un contributo di 5 euro ciascuno al mese. Su questa ipotesi non c’è stata convergenza tra gli iscritti.

Allora si è pensato ad un’altra soluzione: collocare, sempre provvisoriamente, gli anziani nel circolo socio-culturale, situato in piazza accanto al Bar Cambrinus, i cui affittuari, ossia gli ex consiglieri di opposizione indipendenti Diretto, Barbato e D’Angelo, hanno concesso la disponibilità ad usufruirne gratuitamente. E qui è avvenuta la spaccatura tra gli anziani: il presidente Autiero e un gruppo di pensionati hanno accettato e da ieri si sono trasferiti, mentre un altro gruppo ritiene quel circolo “politico”, dunque “poco opportuno” come sede, e ora è alla ricerca di chi possa concedere una sede “neutra”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico