Succivo

Occupazione abusiva del campo sportivo: assolto Lampitelli

 SUCCIVO. Assolto dall’accusa di invasione arbitraria di terreni l’ex presidente della locale squadra di calcio Aniello Lampitelli.

Il dirigente, nonché noto imprenditore della zona, fu coinvolto in una vicenda penale proprio nella sua qualità di presidente della squadra del Succivo, in merito all’utilizzo del campo “Papa Graziani”, La struttura, appartenente agli eredi della famiglia Migliaccio, da tempo viene utilizzata dalla squadra cittadina per disputare le gare del campionato della categoria dilettanti.

Alcuni anni fa, a seguito di una vicenda ereditaria, la struttura divenne di proprietà di due famiglie diverse. Una di esse ne rivendicò legittimamente il possesso ed a seguito di un giudizio civile i proprietari, con il ricorso all’ufficiale giudiziario, vennero immessi nella proprietà di una parte del campo. Logicamente l’indisponibilità dell’intera struttura avrebbe determinato l’inutilizzabilità del campo sportivo con il relativo blocco del campionato. Per cui la società, nel 2004, guidata in qualità di presidente proprio da Lampitelli, continuò ad usare lo stadio e a disputare regolarmente le partite di calcio. Da qui la denuncia per occupazione ed invasione abusiva del terreno.

Un processo, quello che lo ha riguardato, che dura da qualche anno e che lo ha visto uscire assolto l’altro giorno. Infatti, il giudice monocratico di Aversa, accogliendo una questione preliminare avanzata dalla difesa rappresentata dall’avvocato Enzo Guida, ha rilevato un difetto procedurale nella querela sporta dalle persone offese, determinando quindi l’estinzione del processo e la sostanziale assoluzione dell’imputato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico