Orta di Atella

Nasce la Commissione Pari Opportunità

Eleonora MissoORTA DI ATELLA. Nasce la Commissione Pari Opportunità ad Orta di Atella. Dopo un attento lavoro del capogruppo Gianfranco Piccirillo ma soprattutto del consigliere delegato Eleonora Misso, …

… vera promotrice della commissione, lo scorso lunedì con decreto del sindaco è stata ufficializzata e notificata i tredici componenti. Un gruppo che abbraccia diverse fasce realtà ortesi, dalla parte politica a quella della società civile con una attenzione particolare anche ai diversamente abili.

Ecco i nomi: Immacolata Migliaccio, avvocato e candidata nelle fila del Pdl alle scorse elezioni, Maria Teresa Abbate, avvocato rappresentante del Comitato Orta Libera Orta, Antonietta Adamo come esponente del Pd, Tanya Brancaccio, giovane impegnata da tempo nel sociale ed espressione della maggioranza, Emma Indaco, Margherita Iovino e Bruna Sibilio, due giovani neo cittadine ortesi, Arturo Conte, Speranza Dell’Aversana, giovane insegnante di danza classica e moderna, Angela D’Ambrosio, Micaela Cerrone, Giuseppina Sorvillo e Pasquale Iavarone del Comitato Ortanuova.

A parlare è la Misso (nella foto, che entra a farne parte di diritto della commissione) che si dice “entusiasta del progetto che sta per partire con questa commissione” e, afferma, “non vedo l’ora di mettermi al lavoro per poter realizzare quanto io stessa fino ad oggi ho promosso”. La commissione si riunirà nei prossimi giorni per un primo incontro conoscitivo e per cominciare a discutere riguardo la presidenza e la segreteria. “Dopo questo primo fondamentale step, – spiega la Misso -vogliamo incontrare diverse associazioni Onlus per stillare un pacchetto di iniziative da attuare entro l’anno appena cominciato. Credo fortemente in questo progetto e ritengo il gruppo altamente qualificato. Ci tengo a sottolineare – conclude – che ci occuperemo non solo di quelle che possono essere le problematiche riguardanti le donne, bensì intendiamo sensibilizzare l’opinione pubblica verso tutti i disagi che attanagliano la nostra società a partire proprio dai diversamente abili ai quali daremo particolare voce ed attenzione, per finire con gli immigrati ed extracomunitari, che purtroppo non siamo riusciti ad inserire in questa prima fase all’interno della commissione in quanto abbiamo trovato qualche difficoltà nel contattarli ma posso garantire che c’è tutta la volontà nell’ampliare anche a loro in futuro”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico