Gricignano

Contributi e pacchi alimentari: delibere “natalizie” della commissione

casa comunaleGRICIGNANO. Nell’ultima seduta “natalizia”, la commissione straordinaria composta dal prefetto Attilio Visconti, dal viceprefetto Ilaria Tortelli e dal dirigente Goliardo Miniati ha deliberato numerosi provvedimenti.

In primis, l’assegnazione di 2mila euro alle associazioni “Sant’Andrea” e “CamUrrà” come contributo alle spese di realizzazione di manifestazioni natalizie come il “Presepe Vivente” (tenutosi nei giorni 26 dicembre, 1 e 6 gennaio nel giardino parrocchiale) e la “Festa della Reciprocità” nell’istituto ‘Pascoli’.

La commissione ha poi revocato il piano commercio, vigente dal 2004, per adeguare gli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande ai principi di liberalizzazione del decreto legislativo 53/2010. 15mila euro sono stati stanziati per l’adeguamento della segnaletica stradale orizzontale e verticale. Altri 5mila euro per fornitura materiale e servizi informatici al comando di polizia municipale.

La commissione ha poi dato incarico all’avvocato Francesco Casertano di rappresentare il Comune in giudizio nell’udienza, in programma il prossimo 21 marzo, riguardante l’incidente avvenuto il 15 novembre 1988 nella villa comunale di corso Umberto, per il quale il ricorrente, Ciro Froncillo, chiede 50mila euro di risarcimento danni.

Con un’altra delibera è stato fissato in 1 milione e mezzo di euro il limite massimo di anticipazione di cassa concedibile dal tesoriere comunale per tutto il 2011, ciò per far fronte al pagamento di spese correnti. Ciò considerato che, secondo l’articolo 222 del decreto legislativo 267/2000, l’importo dell’anticipazione deve essere contenuto nel limite massimo dei 3/12 delle entrate accertate nel penultimo anno precedente per quanto riguarda i primi tre titoli di entrata del bilancio. Questi, per il 2009, ammontano a poco meno di 6 milioni di euro, divisi tra 3 milioni e mezzo di entrate tributarie, 1 milione e 600mila di entrate per trasferimenti e 765mila euro di entrate extratributarie.

Revocata la delibera sul monitoraggio dell’immigrazione, verso cui la commissione ha trovato una soluzione alternativa con l’accesso ai fondi dell’ambito socio sanitario C3, con risparmio sulla spesa iniziale prevista di 8mila euro.

Approvato, infine, lo schema di convenzione con l’associazione di volontariato “Banco delle Opere di Carità” di Caserta per la consegna a domicilio di pacchi alimentari.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico