Esteri

Usa, cento arresti contro la mafia

 In una colossale operazione antimafia senza precedenti contro sei famiglie legate alla criminalità organizzata, l’Fbi e le polizie locali hanno arrestato un centinaio di persone a New York, nel New Jersey e in Rhode Island.

Secondo il New York Times tra le accuse spiccano quelle di omicidio, racket ed estorsione, commessi anche negli anni Ottanta e Novanta. Per la Nbc si tratta della maggiore operazione contro la mafia della storia di New York e dei dintorni. L’emittentecita la dichiarazione di un agente dell’Fbi, Diego Rodriguez, secondo cui”agenti dell’Fbi insieme con i nostri partner delle polizie locali, hanno iniziato ad arrestare oltre 100 membri della criminalità organizzata con capi di accusa di diverso tipo”.Alcuni arrestati appartengono al clan dei DeCavalcante, che opera nel New Jersey.

La retataè scattata prima dell’alba e nel giro di due ore decine di gangster sono stati portati nel carcere di Fort Hamilton. Più di 800 gli agenti impegnati. Tra le accuse associazione mafiosa, omicidio, estorsione e gioco d’azzardo. Il New York Times, che ha definito l’operazione antimafia la più importante che la polizia federale abbia mai effettuato, ha riferito che la famiglia Colomboè stata la più colpita dalla retata, che avrebbe portato all’arresto dell’intera leadership. Tra gli arrestati ci sarebbero anche funzionari sindacali. A Brooklyn sono finiti in manette 13 appartenenti alla famiglia Gambino. Secondo il ministro della Giustizia Eric Holder, gli arresti “distruggeranno la mafia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico