Sant’Arpino

Enrica Romano presenta il suo libro a San Sebastiano al Vesuvio

Enrica Romano e Adele Grassito SANT’ARPINO. “Donna e Uomo, due modi dell’essere umano”. Il libro dell’autrice Enrica Romano, originaria di Sant’Arpino è stato presentato nei giorni scorsi a San Sebastiano al Vesuvio nell’ambito dell’iniziativa: “A proposito di donne: corpi, desideri e resistenze” …

… organizzata dall’associazione “Sott’ e’Ncoppa Amici dell’Equobar” e “Sportello Antiviolenza Lilith”. “Venire al mondo maschio o femmina – recita il libro diRomano- non è una variabile irrilevante”.

“Si tratta di un testo pedagogico specifico, diretto ad operatori del settore, psicologi e personale che presta servizio presso i centri antiviolenza – spiegaAdele Grassito,vicepresidente dell’associazione Spazio-Donna – è perfetto per essere utilizzato in progetti e percorsi educativi nelle scuole. Non manca certo la letteratura sulle differenze di genere, ma il libro di Enrica è particolare perché costituisce un susseguirsi di parole irripetibili”.

Un testo che costituisce uno strumento per la didattica della comunicazione dei generi, e tenta di abbattere gli stereotipi sulla divisione sessuale. “Donne e uomini – spiega l’autrice – sono diversi e comunicano in modo diverso. L’uomo ha una comunicazione immediata, verticale, veloce e diretta, step dopo step, la donna ha una comunicazione orizzontale e a rete, fatta di nodi e si tratta di una comunicazione lenta, che ha bisogno di tempo per stabilirsi e consolidarsi. Le differenze sulla comunicazione di genere però spesso sfocia negli stereotipi e pregiudizi che caratterizzano la società di oggi, e quindi secondo queste esperte è necessario puntare ad un’educazione di genere”.

“La donna – continua Enrica Romano – esprime, secondo gli studi , un’etica delle responsabilità e l’uomo un’etica dei diritti. Nel tempo purtroppo queste due etiche sebbene diverse non sono state considerate con pari dignità. Hanno pari qualità esperienziale, sebbene diverse nei contenuti”.

Un libro, quindi, che potrebbe rappresentare un valido sostegno nell’educazione e formazione delle future generazioni al rispetto delle differenze tra i generi e conoscenza delle diversità uomo-donna.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico