Sant’Arpino

Capasso: “Un anno ricco di soddisfazioni per il Co.D.I.”

Ernesto CapassoSANT’ARPINO. Traccia il bilancio di un 2010 ricco di soddisfazioni il Presidente del Comitato per i Diritti dell’Infanzia Ernesto Capasso.

“A fine anno – dichiara il numero uno del Co.D.I . – è mio dovere rendicontare alla cittadinanza di quanto realizzato dal Comitato per i Diritti dell’Infanzia in questi ultimi dodici mesi. Il dato fondamentale da cui partire è senza ombra di dubbio quello dell’eccellenza di un ente come il Co.D.I. che rappresenta un caso unico all’interno del panorama provinciale e regionale. La nostra attività, volta alla realizzazione di attività e iniziative che servono a creare un contesto dove realmente trovano attuazione i diritti dell’infanzia, negli ultimi tre anni ha subito un innalzamento qualitativo riconosciuto da svariati agenti sociale, culturali e pedagogici.

Nel 2010 abbiamo portato a compimento il progetto “Amica Infanzia” che tantissimi apprezzamenti ha ricevuto sia dall’ente che lo ha finanziato, la Fondazione per il Sud, sia da tanti docenti ed esperti. Amica Infanzia si è rivelata essere un contenitore di iniziative che, andando ad integrare l’offerta di altri agenti, quali la scuola ed il mondo dell’associazionismo, ha saputo offrire un ventaglio di proposte davvero gradite da bambini ed adolescenti e dalle rispettive famiglie.

Un altro successo si è rivelata essere l’edizione 2010 di Estate Ragazzi, l’iniziativa realizzata grazie al patrocinio ed al fondamentale contributo dell’amministrazione comunale retta dal sindaco Eugenio Di Santo, che nel periodo estivo offre la possibilità a centinaia di bambini del nostro comprensorio di poter svolgere attività che magari, per mancanza di tempo, non possono svolgere durante l’anno scolastico. E questi risultati lusinghieri che stiamo ottenendo da tre anni a questa parte credo che, fra l’altro, dimostrano la bontà dell’opzione che ho posto alla base del mio mandato sin dal mio insediamento.

Da Presidente sto cercando, insieme agli esperti del direttivo, di fare del Co. D.I. la casa di tutti che vogliono lavorare per fare di Sant’Arpino un paese realmente a misura di bambini, tenendo fuori da questa realtà le beghe politiche. Non a caso stiamo lavorando per far crescere sempre di più il Co.D.I. Come si ricorderà il Consiglio Comunale all’unanimità approvò la proposta di trasformarlo in un’associazione. Tuttavia l’indirizzo normativo regionale e nazionale ci sconsiglia di proseguire lungo questa strada in quanto difficilmente potremmo attrarre finanziamenti per i nostri ambiziosi progetti. Per questo stiamo seriamente valutando l’opportunità di trasformalo in Fondazione, con la partecipazione fondamentale del Comune di Sant’Arpino che deterrà sia la gestione che il controllo come maggiore azionista. La maggioranza sta valutando al proprio interno tale opzione che sono certo risulterà gradita all’intero civico consesso perché sarà un fiore all’occhiello per l’amministrazione attuale e quelle future.

Tutto quanto realizzato e quanto stiamo per mettere in cantiere, come la possibilità di prendere parte ad un nuovo progetto della Fondazione per il Sud rivolto all’inserimento degli adolescenti, è possibile grazie al rapporto instauratosi con il mondo della scuola, ed in particolar modo l’Istituto Comprensivo e il Circolo Didattico cittadini, i cui responsabili hanno sempre mostrato la massima disponibilità nei nostri confronti. A loro va il mio grazie, che estendo a quanti, siano essi assessori, consiglieri e via discorrendo, a vario titolo, senza alcuna distinzione di ruoli e compiti hanno dato il proprio contributo per la riuscita delle nostre attività.

Non mi appare opportuno, anzi lo ritengo del tutto fuori luogo, fare delle menzioni particolari o enfatizzare l’apporto di qualcuno nello specifico, in quanto ognuno collabora e da’ quello che ritiene in base alla propria sensibilità. Bisogna assolutamente proseguire a lavorare tutto insieme evitando che si creino incomprensioni, o peggio ancora rotture, perché, al di là dei giudizi personali che si hanno, tutte le istituzioni vanno rispettate e con tutti va sempre mantenuto aperto il filo del dialogo.

Con questo auspicio rivolgo il mio più sentito augurio per queste festività a tutti i bambini e gli adolescenti, che sono il motore e la forza di Co.D.I., alle loro famiglie e a quanti, Amministrazione Comunale, mondo della scuola e dell’associazionismo, professionisti e volontari che collaborano con noi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico