Orta di Atella

Telethon, la ‘Stanzione’ partecipa a “Uniti per la Vita”

 ORTA DI ATELLA. La mattina di mercoledì 15 dicembre, nella sala consiliare del comune di Aversa, si è tenuto l’incontro di presentazione delle molteplici iniziative organizzate dall’associazione ‘Uniti Per La Vita’ – raccolta fondi pro Telethon (www.unitiperlavita.it).

La dirigente della scuola media “Stanzione” di Orta di Atella, professoressa Arcangela Del Prete, come ogni anno, ha voluto confermare la propria partecipazione a tali iniziative attraverso il coinvolgimento diretto del personale e degli alunni della sua scuola al concorso didattico-scientifico ideato dal presidente Dino Carano dal titolo “Tema per la Vita” per il quale gli allievi sono invitati a svolgere un elaborato o un prodotto artistico (poesia, manoscritto, brano musicale, coreografia o “quanto altro possa essere giudicato espressione dello spirito creativo e comunicativo dello studente”) che dovrà rispecchiare il seguente tema: “Solidarietà e ambiente”.

La professoressa Rosa Anna De Filippo, in rappresentanza della dirigente, presente assieme alla coordinatrice del progetto per la scuola, professoressa Adele Magliulo, ha espresso parole di apprezzamento per l’opera meritoria di ‘Uniti Per La Vita’: “La nostra scuola – ha commentato De Filippo – è da molti anni che partecipa attivamente alle iniziative benefiche organizzate dal gruppo di ‘Uniti Per La Vita-pro Theleton’ e ogni anno lo fa con impegno sempre crescente, soprattutto stimolati dai meravigliosi risultati che la vostra organizzazione riesce a ottenere e dall’entusiasmo che i nostri alunni mettono in tutte le attività collegate; entusiasmo testimoniato anche dai numerosi attestati e premi che la nostra scuola i questi anni ha ricevuto in tutte le categorie; ciò a dimostrazione che i ragazzi, quando vengono sollecitati positivamente, rispondono nel migliore dei modi, con serietà e impegno. Quest’anno, inoltre, c’è uno stimolo in più che è dato dal connubio solidarietà-ambiente. Le iniziative di ‘Uniti per la vita e Telethon’ sono rivolte allo sviluppo della ricerca scientifica che è l’unica speranza per migliorare le condizioni di vita di tante persone. Certamente, però, la qualità della vita, per queste persone e per tutti noi, è strettamente connessa anche alle condizioni del nostro ambiente di vita. Un ambiente sano, pulito, curato permette certamente di vivere meglio. Per questo, la nostra scuola, già da qualche anno, ripropone la tematica dell’ambiente anche nella scelta dei progetti. Quest’anno abbiamo proprio un progetto dal titolo ‘Sos, la Terra chiama’ che affronta il problema della preservazione e della prevenzione dell’integrità ambientale su base scientifica. Poiché anche l’ambiente scolastico è un luogo importante per la vita dei ragazzi, l’anno scorso, come quest’anno, sono stati attivati progetti di miglioramento dell’ambiente-scuola finalizzati alla cura e all’abbellimento degli ambienti di studio. Noi vi facciamo tanti auguri di riuscire a fare bene come avete sempre fatto e anche di più; da parte nostra, vi abbiamo sempre considerati un punto di riferimento non solo per il vostro lavoro di solidarietà ma proprio come risorsa educativa e formativa per i nostri alunni. Il vostro trascinante esempio, infatti, rappresenta la dimostrazione più concreta che ciascuno di noi, nel suo piccolo, assieme agli altri, può fare grandi cose”.

La “Stanzione” non ha mai fatto mancare il proprio impegno in favore di progetti per la solidarietà nonostante le numerose problematiche di natura socio-economiche e culturali presenti nella scuola che andrebbero affrontate con risorse finanziare e strutturali adeguate ma che, purtroppo, nonostante i numerosi appelli e istanze agli enti competenti per il territorio, ancora latitano. Tuttavia, come ha tenuto a sottolineare lo stesso presidente Carano, tanto più preziosi sono i contributi e i risultati ottenuti in iniziative meritorie di solidarietà e progresso civile quanto più gli attori coinvolti sono costretti a muoversi in situazione di gravi difficoltà. Per il resto, si resta in fiduciosa attesa.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico