Parete

Rifiuti, nasce Comitato a Parete: “Basta discariche, vogliamo bonifiche”

 PARETE. Si è costituito a Parete il “Comitato Cittadino per l’Ambiente”. Il primo appuntamento è stato sabato 13 novembre, alle 9.30, quando dal semaforo del quadrivio è partito un corteo fino alla villa comunale.

Gli obiettivi del comitato sono: “Fermare la sistematica distruzione dell’ambiente nei nostri territori; ridare l’onore alla terra che per secoli, data la sua fertilità e abbondanza, era conosciuta come ‘Campania Felix’; informare la cittadinanza sulle tematiche legate alla Salvaguardia dell’Ambiente”.

Il Comitato è sorto spontaneamente in queste settimane di lotta per contrastare la riapertura del sito di stoccaggio dei rifiuti a “Taverna del Re”, chiuso definitivamente, in seguito a un precedente provvedimento di legge, ma riaperto dal presidente della Provincia di Napoli, Cesaro, per sversare i rifiuti della città di Napoli.

In particolare, i cittadini di Parete si mobilitano su questi temi: “Basta rifiuti a “Taverna del Re”: si deve fermare immediatamente lo sversamento a cielo aperto dei rifiuti nel sito; Garanzia dell’ immediata rimozione dei rifiuti depositati in queste settimane (le 10mila tonnellate previste dalla sciagurata ordinanza Cesaro); Avvio della bonifica di “Taverna del Re”, dando seguito immediato al precedente provvedimento di legge; Vogliamo conoscere lo stato dell’arte delle bonifiche (e se avviate) delle numerose discariche presenti nella zona Tre Ponti – Masseria del Pozzo – Scafarea – Cava Giuliani – Ex Resit1 e 2, ecc., che hanno anche causato l’avvelenamento dei terreni e delle falde acquifere (come riscontrato dai periti nominati dalla Magistratura, provocando la chiusura di oltre 200 pozzi irrigui per l’agricoltura); Nessun altro impianto di rifiuti deve sorgere né a Parete né nei comuni limitrofi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico