Matese

Operazione antidroga nel matesino: un arresto e 20 indagati

il capitano Salvatore VitielloPIEDIMONTE. Un blitz antidroga è stato condotto dai Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, coordinati dal capitano Salvatore Vitiello, che hanno setacciato palmo a palmo i comuni del comprensorio matesino e dei territori limitrofi.

Il primo colpo è stato messo a segno dai militari della stazione di Prata Sannita, diretti dal maresciallo Giuseppe Sileo, i quali dopo un’attività investigativa hanno ottenuto dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere un ordine di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di G.S., 32enne di Fontegreca. L’uomo è stato tratto in arresto con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Secondo le indagini dell’Arma, che si sono sviluppate negli ultimi mesi anche attraverso attività tecniche, il “pusher” finito in manette avrebbe rifornito di sostanze stupefacenti, in particolare hashish, eroina e cocaina, giovani acquirenti provenienti da varie zone dell’alto casertano.

A Piedimonte Matese A.M., 17enne del posto, studente presso un Istituto Scolastico del centro cittadino, è finito nei guai in quanto i militari del nucleo operativo, diretti dal maresciallo Giuseppe Calabrese, lo hanno trovato in possesso di alcune dosi di hashish, immediatamente sottoposte a sequestro. Per il giovane è scattata una denuncia per detenzione illegale di sostanze stupefacenti. Le indagini continuano per accertare se la droga rinvenuta era per uso personale o se destinata ad altri studenti. Nel corso della vasta operazione antidroga, durante una perquisizione eseguita nei pressi di un bar ubicato a Gioia Sannitica, i militari hanno scoperto occultati all’interno del bagno, involucri contenenti 14 pasticche di ecstasy e circa 8 grammi di cocaina, che sono finiti sotto sequestro.

Infine, nel contesto di una attività investigativa, condotta sempre dai militari del nucleo operativo di Piedimonte Matese, che alcuni mesi fa aveva portato all’arresto di Francesco Bianco, 33enne di Alife, tuttora in carcere in quanto ritenuto uno dei massimi fornitori di sostanze stupefacenti dell’area matesina, la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha emesso un avviso di garanzia nei confronti di venti persone anche loro indagate, con ruoli diversi, per traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di: M.C., 24enne, R.D, 29enne, L.C., 34enne, D.F., 21enne, A.M., 31enne, G.P., 30enne, D.P., 44enne e F.T., 31enne, tutti di Piedimonte Matese, A.S., 56enne e A.M. 30enne, entrambi di Alife, S.M., 27enne e O.E., 33enne, entrambi residenti a Castelvolturno, C.D., 60enne, di Giugliano in Campania e inoltre A.B., 32enne, G.B., 29enne, M.P., 41enne, F.C., 25enne, V.D., 53enne, E.N., 32enne e F.P., 26enne, tutti residenti tra le province di Roma e Latina.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico