Caserta

Due Asl in conflitto di competenza, e una salma non può essere seppellita

 CASERTA. Manca un permesso delle autorità sanitarie e il corpo di Pasquale Iarrabino, 53 anni, morto lunedì sera a Caserta, non può essere seppellito. Il corpo dell’uomo è nella sua casa in vicoletto San Mandato a Napoli in attesa del via libera burocratica.

La salma, raccontano i familiari, “è stata trasportata da un carro funebre che la polizia di Caserta ha chiamato, dopo che il medico legale aveva accertato la morte per infarto”. Il punto è che, dicono i familiari, “le Asl, quella di Napoli 1 e quella di Caserta, non si mettono d’accordo su chi abbia la competenza per fornire questo certificato”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico