Caserta

Difensore Civico, Brancaccio: “Caterino occupa il ruolo senza titolo”

Angelo BrancaccioCASERTA. “Alfonso Caterino occupa indebitamente da 1935 giorni il ruolo di difensore civico della Provincia”.

E’ netto il commissario e consigliere provinciale dei Popolari per il Sud Angelo Brancaccio nel chiudere la polemica con l’avvocato. “In base ad un parere del ministero degli Interni che fa riferimento anche ad una sentenza del Tar Lazio del 2009 e ad una del Consiglio di Stato del 2006, il difensore civico può essere prorogato per un massimo di quarantacinque giorni. – ha spiegato Brancaccio – Tenuto conto che la giunta di Riccardo Ventre ha esaurito il proprio mandato il 3 aprile del 2005 sono esattamente cinque anni e sei mesi che Caterino occupa quell’incarico senza averne la titolarità”.

Brancaccio è ritornato sulla questione del difensore civico dopo la replica di Caterino che ha ritenuto fantasiose le affermazioni del leader dei Popolari per il Sud. “Se vale il principio espresso da Caterino che non vi è danno erariale perché non c’è alcuna violazione di legge – ha sottolineato – visto che è acclarato che la violazione di legge c’è stata è vero anche che si è consumato un danno erariale che sottoporrò con un minuzioso esposto alla Corte dei conti e alla prefettura entro la prossima settimana”.

L’esponente dei popolari poi aggiunge: “Una legge dello Stato abroga ogni qualsiasi norma statutaria di un ente locale. Tanto per fare un esempio, se la legge prevede che per fare delle assunzioni è necessario fare dei concorsi, certo come amministrazione provinciale non possiamo pensare di modificare lo Statuto e decidere di affidare i posti di lavoro con un torneo di tre sette – ha spiegato – nel ribadire la mia stima massima nella professionalità di Caterino, che è bene ricordarlo è diventato difensore civico grazie al mio lavoro di mediazione tra maggioranza ed opposizione nel 2002, mi meraviglio come sia intervenuto proprio lui in questa vicenda. L’opportunità politica voleva che fossero dirigenti o assessori della Provincia a farlo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico