Home

Galliani: “Kakà? Difficile che torni”

Kakà“Il ritorno di Kakà? Credo sia difficile perché è solo da un anno al Real Madrid e non è elegante parlarne a quattro giorni dalla partita.

In linea di massima di direi di no però ne parliamo tra quattro-cinque giorni”. L’amministratore delegato del Milan Adriano Galliani frena sul rientro del brasiliano a Milanello. Poi continua con ironia: “Essendo invitato dal presidente del Real Florentino Perez non vorrei disdicesse pranzi e cene”.

Galliani ha poi sottolineato il problema della fiscalità che in Spagna è più favorevole per i club rispetto che in Italia: “Kakà – ha spiegato il dirigente rossonero – ha un ingaggio particolare dovuto alla fiscalità di quel Paese. In Spagna, Barcellona e Real se vendono i diritti a 150 milioni di euro, poi se li tengono, mentre il Milan si ritrova con un fatturato inferiore”.

Poi una battuta su Pato: “È assolutamente incedibilissimo. Non ci sono state offerte dal Manchester City. L’unica richiestaè stata questa estate dal Barcellona quando per 2-3 giorni il presidente del club catalano Sandro Rosell mi propose lo scambio Ibra-Pato. Gli abbiamo detto di no, Patoè giovane,è una nostra colonna, confermo che è incedibilissimo”.

Sul possibilesbarco di Messi a MilanelloinveceGalliani chiude le porte:”Non illudiamo i tifosi , impossibile un suo arrivo”. Tra i pensieri del dirigente rossonero c’è pureSan Siro: “Col Comune di Milano, sia noi che l’Inter stiamo pensando a far diventare il Meazza uno stadio d’élite a 5 stelle”.Al momento, però, “non loè”, e per questo motivo “non può ospitare la finale di Champions – ha detto Galliani – stiamo cercando comunque di migliorarlo”.L’argomento stadio, secondo l’amministratore delegato del Milan,è decisivo per il futuro del calcio italiano: “Il gap che ci separa dal resto delle squadre europee più importantiè dovuto proprio agli introiti che arrivano dagli stadi, che quindi sono fondamentali per il bilancio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico