Caserta

La Casertana vola al terzo posto: 3-0 al Real Nocera

 CASERTA. Ancora una vittoria della formazione rossoblù dopo quella fuori casa di domenica scorsa, ma soprattutto sono ancora loro i protagonisti di questa impresa: Sergi e Sarli.

Accanto alla prova strepitosa dei due attaccanti segnaliamo la grande prestazione del reparto difensivo che per la terza partita consecutiva non subisce gol. Piacevole giornata soleggiata al Pinto di Caserta. Sono presenti circa 2500 persone allo stadio: un lusso per questo campionato. Importanti novità nella Casertana: ritorna titolare Matteo Della Ventura in cabina di regia, dopo l’infortunio che l’ha tenuto fuori per diverse giornate; da segnalare subito il debutto del neo-acquisto Esposito, classe 91, che nonostante la precaria condizione fisica, dimostra subito di essere dotato di gran tecnica. Come al solito i tifosi hanno deciso di “scioperare” per i primi 45’ min a causa delle vicissitudini di questa estate.

La partita parte vedendo subito la Casertana prendere il pallino del gioco. Dopo 30 secondi è subito Corsale che cerca di rendersi pericolo in contropiede e guadagna un angolo. Proprio dai calci d’angolo la Casertana mostra di essere pericolosa, andando in questo caso vicino al gol dopo un colpo di testa di Parisi che fa la barba al palo. La partita non è molto bella da vedere: gioco spezzettato, diversi errori tecnici, pochi spunti. Ma è la Casertana a macinare gioco e a schiacciare nella metà campo avversaria i giocatori del Real Nocera. Al 22’ l’episodio che sblocca la partita: calcio d’angolo di Corsale, cross al centro, e stacco perentorio di Sergi che fulmina il portiere. Fucilata dell’ariete rossoblu e Casertana in vantaggio. Il Real Nocera non è in grado di reagire, grazie anche ad una Casertana capace di imporre il proprio gioco: preziosissimo in tal senso il rientro di Della Ventura a dettar legge a centrocampo. Al 34’ raddoppio della Casertana: triangolo tra Sarli e il giovane  Esposito che svirgola il cross: pasticcio della difesa nel tentativo di respingere, e come un uccello rapace Cosimo Sarli si scaglia sulla palla indirizzandola nell’angolino alla destra del portiere: 2-0 per la Casertana e la partita sembra già chiusa. Si conclude così il primo tempo, che vede la Casertana unica protagonista nonostante il gioco spezzettato.

Il secondo tempo riparte con la carica dei 2mila dei Distinti. Non cambia tuttavia molto: la Casertana è sempre attenta a manovrare, a fare possesso, e soprattutto a non rischiare nulla: encomiabile la prova dei 4 dietro. Nonostante la girandola dei cambi che vede gli ingressi di Giglio, Cappiello e Chietti, ben poco cambia. Bisogna aspettare la mezz’ora della ripresa per vedere una punizione di Corsale respinta in angolo dal portiere avversario. Dopo un paio di occasioni sprecate dalla Casertana con Giglio, che si fa respingere prima un colpo di testa su cross di Sergi, poi si fa deviare in angolo un tiro da posizione defilata dopo aver superato 3 avversari, è il Real Nocera che sembra destarsi colpendo il palo con il numero 9, Hodza, e provando a concludere in gol la successiva azione, sventata dal portiere rossoblù Salerno. Ma ecco che arriva il definitivo 3-0 sempre ad opera di Sarli: Chietti, da poco entrato, va in diagonale recuperando un buon pallone: vede il movimento di Giglio che servito ottimamente nel corridoio si trova a tu per tu con il portiere: lì dove ci si aspettava un dribbling o un pallonetto, arriva invece un maldestro tiro respinto dal portiere avversario. Proprio sulla respinta si avventa ancora una volta Sarli, che sigla così il definitivo 3-0.

La partita si conclude tra gli applausi scroscianti dei tifosi rossoblù. La Casertana ha mostrato una buona condizione fisica, grande crescita, un attacco devastante, ma anche una grande difesa impenetrabile. Con Della Ventura a centrocampo, poi, i meccanismi della squadra sembrano quadrare alla perfezione.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico