Aversa

Movida, Ciaramella striglia la Giordano: “Scomposta contro l’Amministrazione”

Domenico CiaramellaAVERSA. “Ancora una volta la signora Pina Giordano, presidente cittadina della Confesercenti, interviene in modo scomposto nei confronti dell’Amministrazione Comunale”.

Così il sindaco di Aversa, Domenico Ciaramella, rispondendo alle dichiarazioni degli ultimi giorni della rappresentante sindacale.

“Mi rendo conto – continua il primo cittadino – che il compito di rappresentante della Confesercenti non è semplice ma la signora Giordano dimostra anche di avere poca dimestichezza con tale carica. A margine dell’incontro sulla modifica dell’ordinanza di chiusura dei locali pubblici la stessa dichiarava: ‘La cosa strana è che questa riunione è stata voluta da un dirigente solerte, e non dall’amministrazione comunale, che come noi è stata semplicemente invitata. La parte politica evidentemente non ha a cuore le sorti economiche della città’. A parte il fatto – ribatte Ciaramella – che per risollevare le sorti economiche della città la signora Giordano sarebbe, secondo me, la persona meno adatta. Perciò a lei voglio dire di non scimmiottare il suo presidente provinciale (Maurizio Pollini, ndr.) che, in epoca passata, tentava di conciliare l’attività politica con quella sindacale. Anche perché Pollini ha qualità che purtroppo la signora Giordano non ha, e poi, con il tempo, il presidente provinciale ha capito di poter essere un ottimo rappresentante di categoria ed ha lasciato l’attività politica. Dico questo perché la signora Giordano, negli ultimi tempi, è intervenuta, da ‘pseudo politica’, su alcuni argomenti, dimostrando di non aver la benché minima cognizione delle cose contestate all’Amministrazione”.

“Capisco che il compito della signora è arduo, – incalza Ciaramella – ma a lei non posso consentire interventi scomposti che mettono in risalto la non approfondita conoscenza degli argomenti trattati. Sappia, comunque, la signora Giordano che la questione dell’orario di chiusura dei locali è stata seguita direttamente da me personalmente, col comandante Guarino. E, forse, se la signora avesse letto attentamente i giornali in questi giorni, probabilmente, avrebbe fatto più bella figura. Leggesse la nota di Franco Candia inviata in questi giorni e si rendesse conto di come impostare le problematiche col sindaco, soprattutto sotto il punto di vista dell’educazione, cosa che il sottoscritto ha sempre tenuto nei confronti di tutti, forse anche di chi, come la signora, non lo meritava”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico