Aversa

Al “Vittoria” è già tempo di Cineclub

Cinema Vittoria AVERSA. Ripartito da venerdì 8 ottobre fino a martedì 25 gennaio, anche quest’anno il primo ciclo degli appuntamenti con il cinema d’autore al Vittoria di Aversa promette un menù ricco e intrigante.

La formula inalterata (nove film a 15 euro e pellicole che rimangono in cartellone dai due ai sette giorni) e le proposte indubbiamente ricercate, rendono il cineclub stesso uno degli eventi culturali maggiormente interessanti e seguiti della città normanna.

Ad aprire le danze è stato l’attesissimo “Una sconfinata giovinezza”, firmato dal maestro Pupi Avati, che questa volta scava nel dramma poco noto dell’alzheimer con il solito tocco delicato e malinconico. A seguire “Bright Star”, ultima fatica della regista australiana Jane Campion, premio Oscar per “Lezioni di piano”, impegnata a raccontare la struggente storia d’amore tra il poeta romantico inglese John Keats e la creatrice di moda Fanny Brawne.

Altro titolo imperdibile è l’argentino “Il segreto dei suoi occhi” di Juan José Campanella, vincitore a sorpresa dell’Academy Award 2010 per il miglior film straniero. Direttamente dai trionfi veneziani giunge il nostrano “20 sigarette” dell’esordiente Aureliano Amadei, riuscito lungometraggio sulla tragica strage di Nassiryia, che promette passione e dibattito. Dal festival lagunare arriva anche il biografico “Miral” diretto dall’eclettico Julian Schnabel (già autore del premiatissimo “Lo scafandro e la farfalla”) e interpretato dalla stella emergente Freida Pinto, lanciatissima a Hollywood dopo il successo di “The Millionaire”.

Commedia e romanticismo ce li assicura “La donna della mia vita” di Luca Lucini con gli aitanti Luca Argentero e Alessandro Gassman, idoli incontrastati del pubblico femminile. Il Luciano Ligabue di “Niente paura” di Piergiorgio Gay, i monaci massacrati in Algeria del bellissimo “Uomini di Dio” del francese Xavier Beauvois (Gran Premio della Giuria all’ultimo Festival di Cannes), e il crepuscolare Anthony Hopkins di “Quella sera dorata” dell’elegante James Ivory completano un cartellone capace di soddisfare i gusti di cinefili e non.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico