Sparanise - Pignataro Maggiore - Francolise - Calvi Risorta

Raccolta rifiuti, Sorvillo attende via libera dalla Prefettura

Mariano Sorvillo SPARANISE. E’ ancora emergenza rifiuti a Sparanise. Dopo lo sciopero di venerdì scorso il servizio di raccolta, gestito dal personale del Consorzio Unico di Bacino, …

… prosegue male e a singhiozzo nella maggior parte delle arterie cittadine, con l’effetto di mandare su tutte le furie centinaia di famiglie che in questi giorni stanno prendendo d’assalto gli uffici comunali. La situazione, complice anche il caldo di fine estate, è drammatica perché in strada si sono accumulate frazioni umide, secche indifferenziate e plastica per decine di quintali.

Nella tarda mattinata di mercoledì, il sindaco Mariano Sorvillo ha tenuto una conferenza stampa a margine di un summit con l’intera giunta municipale ed il responsabile del servizio Fusco, proprio per cercare di trovare una soluzione urgente al problema che sta assumendo preoccupanti risvolti anche sotto l’aspetto igienico sanitario. Lo sciopero di venerdì scorso ha finito per paralizzare completamente il servizio, già palesemente carente ed inadeguato sotto tutti i punti di vista. Il servizio raccolta differenziata funziona male e a singhiozzo, le campane per la raccolta del vetro sono stracolme e da mesi non si provvede allo svuotamento, per non parlare di carta e cartone, che vengono ritirati in maniera approssimativa e senza soluzione di continuità.

Dulcis in fundo: il servizio di spazzamento. Il personale del consorzio lo effettua ormai a cadenza mensile e solo nella ristretta area del centro storico lasciando nello sporco il 95% delle strade della città. Proprio sul servizio di igiene urbana l’Amministrazione sparanisana, a causa del perdurante lassismo del Consorzio di Bacino, dopo aver inoltrato una richiesta di chiarimenti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha ricevuto un sostanziale via libera proprio dal responsabile del Dipartimento della Protezione civile Guido Bertolaso.

Nel parere si legge testualmente che: “In punto di diritto e fino al 31 dicembre di quest’anno, non si ravvisano elementi ostativi, nella ricorrenza delle indispensabili condizioni di legge, all’espletamento di idonea procedura di affidamento concorsuale del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani a causa dei disservizi del Consorzio Unico di Bacino delle Province di Napoli e Caserta”.

Sul fronte procedurale è molto attivo il sindaco Sorvillo che a margine dell’incontro si è lamentato del mancato decisionismo degli Enti preposti, unici colpevoli del diastro che ricade sempre sui cittadini. “Ho già avuto un incontro con il Generale Gianpiero Giardella, responsabile dell’articolazione casertana del Consorzio, ma ad oggi – afferma Sorvillo – nonostante l’annunciato impegno, permangono le difficoltà di carattere operativo e finanziario. A questo punto, per quanto l’amministrazione di Sparanise sia sensibile alle problematiche dei politici del Consorzio Unico di Bacino, altrettanto sensibilmente non può eludere il problema rifiuti, considerando i danni che arreca ai cittadini che continuano a pagare profumatamente senza batter ciglio. La Regione si è già chiamata fuori, la Provincia se ne vuole interessare solo in parte e non si possono costringere i Comuni, che non sono responsabili di colpe, a subire il mancato decisionismo degli altri. Siamo stufi di essere trattati come mucche da mungere. E’ giunto il tempo che il mandriano comprenda che il recinto è stretto! Non possiamo più rilasciare fidejussioni per conto terzi. Rimaniamo, ancora per poco, in attesa di riposte dagli Enti interessati alle problematiche, dopodiché – conclude il sindaco– si metteranno in atto tutte le iniziative idonee a far si che Sparanise torni ad essere una cittadina pulita”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico