Esteri

Scandalo Bettencourt, perquisita sede del partito di Sarkozy

Nicolas SarkozyPARIGI. La polizia ha perquisito i locali della sede dell’Ump, il partito del presidente Nicolas Sarkozy, a Parigi, nell’ambito dell’inchiesta sulle presunte tangenti dell’ereditiera L’Oreal, Lilian Bettencourt, ai politici.

Si tratta della prima volta che la sede del partito del presidente viene perquisita. L’informazione, confermata da Xavier Bertrand, segretario generale del partito,è stata diffusa dalla rivista “Paris Match”. L’operazione della”brigade financière”,una sorta diguardia di finanza francese,è legata ad uno dei tanti aspetti dello scandalo Bettencourt: la concessione della Legione d’onore a Patrice de Maistre, il gestore della fortuna della miliardaria. Gli inquirenti sospettano che l’onoreficienza possa essere il frutto di pressioni dell’attuale ministro del Lavoro Eric Woerth, più volte citato nell’inchiesta e presunto amico di de Maistre.

Secondo il sito parismatch.com, gli inquirenti hanno controllato in particolare gli archivi del primo trimestre del 2007, dove doveva trovarsi una lettera del 12 marzo, indirizzata da Woerth al presidente Sarkozy. In questa lettera, la cui esistenzaè stata confermata la scorsa settimana dallo stesso ministro del Lavoro, Woerth, all’epoca tesoriere dell’Ump, interveniva a favore di de Maistre per fargli ottenere la Legion d’Onore.

La perquisizione sarebbe comunque avvenuta in presenza di Eric Cesari, il direttore generale del partito di maggioranza. Gli agenti, in un’ora e mezza circa, hanno cercato la corrispondenza tra Woerth e de Maistre, ma non avrebbero “portato via nulla”. Secondo Cesari, non si sarebbe trattato di una vera e propria perquisizione perché i vertici del partito erano stati avvisati della visita della polizia. “E’ stata una richiesta dei servizi segreti. Volevano verificare dei documenti”, ha spiegato ancora Cesari.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico