Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Casapulla, Anci Giovani chiede Anagrafe pubblica degli eletti

Andrea Martusciello CASAPULLA. Si attende il prossimo consiglio comunale per discutere della proposta protocollata dai consiglieri di minoranza Martusciello, Buro, Fortunato e Piantieri, in merito all’anagrafe pubblica degli eletti.

Una proposta fortemente voluta dall’Anci Giovane e formalizzata successivamente all’Anci nazionale che, oggi, non attende altro che essere rivolta a tutti gli amministratori locali. Anche il Comune di Casapulla, come gli altri, dovrebbe aderire per rendere la vita amministrativa più trasparente possibile. “Il motivo per cui nasce questa proposta – spiega Andrea Martusciello (nella foto), membro Regionale Campania Anci giovani – è quello di rendere quanto più partecipativa e trasparente la vita amministrativa. Ogni cittadino ha il diritto di conoscere in tutto e per tutto chi ha votato e, contestualmente, quali siano le proprie azioni poste in essere in consiglio comunale. L’Anagrafe degli eletti prevede la pubblicazione, sui siti dei Comuni, di ogni informazione pubblica relativa agli eletti, come le indennità, i gettoni e i rimborsi percepiti; le dichiarazioni dei redditi presentate prima e durante il mandato elettivo; gli atti e le iniziative prodotte durante la consiliatura; il quadro delle presenze ai lavori dell’istituzione e i voti espressi sugli atti votati dalla stessa. In pratica, gli amministratori verranno sottoposti ai raggi ‘X’”.

“Bisogna imprimere – continua Martusciello – un senso di pulizia nella politica che, oggi, è circondata da troppe convinzioni negative maturate in seno all’elettorato – continua Martusciello – troppe le persone che associano la figura del politico in generale a quella di una persona corrotta. E’ proprio per questo motivo che la proposta, nata negli ambienti dell’Anci giovani, sarà finalizzata a portare una ventata di pulizia, trasparenza e legalità alla vita amministrativa di ciascun Ente”. “Dai giovani amministratori venga un impegno comune – conclude Martusciello – per la trasparenza, invitiamo l’amministrazione comunale a recepire ed approvare la proposta di delibera sull’istituzione dell’anagrafe pubblica degli eletti”.

Si tratta di una rilevante iniziativa, che oggi vede la sua realizzazione anche attraverso il supporto della fondazione “Cittalia – Anci ricerche”, con la quale sarà istituito anche un Osservatorio che avrà il compito di monitorare e verificarne la realizzazione. La proposta di delibera elaborata prevede, altresì, che i Comuni, entro sei mesi dall’approvazione, adeguino i propri strumenti normativi, Statuto e regolamenti, affinché sia assicurata la diffusione telematica dell’anagrafe degli eletti, dei bilanci e dei rispettivi allegati, delle delibere approvate, dell’archivio di tutti gli atti (interrogazioni, interpellanze, mozioni, raccomandazioni) con l’indicazione dei proponenti e lo stato del loro iter amministrativo, dei bandi e degli esiti di gara, dell’elenco delle proprietà immobiliari del Comune con la loro destinazione d’uso, dell’elenco degli incarichi esterni. Gli enti dovranno, infine, impegnarsi a garantire massima pubblicità allo svolgimento dei lavori consiliari.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico