Italia

P3 e il misterioso “Cesare”: Berlusconi non sarà convocato

Silvio BerlusconiROMA. La procura di Roma, che indaga sulla cosiddetta P3, non ha alcuna intenzione di convocare Silvio Berlusconi in relazione alla vicenda legata al dossier che avrebbe dovuto screditare l’attuale governatore della Campania, Stefano Caldoro.

Secondo alcuni quotidiani, la difesa di Denis Verdini aveva pensato, come ipotesi di lavoro, all’opportunità di citare proprio il premier come testimone affinchè confermasse che su Caldoro non furono confezionati dossier a luci rosse. Tale ipotesi però non è stata presa in considerazione dai magistrati.

Da ambienti della procura capitolina si apprende, inoltre, che lo pseudonimo “Cesare” era usato anche per indicare altri soggetti oltre al premier. Come emergeva da un’informativa dei carabinieri, sembrava fosse uno pseudonimo utilizzato esclusivamente per indicare Berlusconi. In ogni caso, è stato fatto notare, i riferimenti a “Cesare” non hanno rilevanza penale.

I magistrati romani non convocheranno dunque il Cavaliere e non hanno neppure intenzione di convocare a piazzale Clodio quei giudici della Consulta che potrebbero essere stati avvicinati o solo contattati, in prossimità della decisione sul Lodo Alfano, dal comitato di affari che faceva capo a Flavio Carboni, Arcangelo Martino e Pasquale Lombardi.

Intanto, sono sotto la lente di ingrandimento della procura di Roma che indaga sulla P3 sono finite alcune delle operazioni del Credito Cooperativo Fiorentino, presieduto fino a pochi giorni fa da Verdini, e ritenute irregolari dalla Banca d’Italia. Il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo ed il sostituto Rodolfo Sabelli stanno esaminando la relazione fatta dagli ispettori dell’organo di vigilanza e che ha portato al commissariamento dell’istituto di credito. Allo stato, si è appreso in procura, non ci sono illeciti già accertati e tantomeno iscrizioni nel registro degli indagati, ma un approfondimento degli episodi evidenziati, alcuni dei quali già noti agli inquirenti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico