Casaluce

Area Ex Alifana: “battaglia” tra Comune e Metrocampania

l’ex stazione Alifana (foto dal web, di Rosario Serafino)CASALUCE. Di chi è la proprietà dell’area dell’ex stazione Alifana? Ed il mercato che si svolge al suo interno, dove mancano servizi igienici e che crea problemi di viabilità, ha le necessarie autorizzazioni?

Sono le domande che si pongono molti cittadini a fronte della finora mancata realizzazione, da tempo promessa, di uno parco verde in quello che oggi si presenta come un luogo alquanto degradato. La situazione sta in questi termini: l’area è attualmente di proprietà dell’Eav-Metrocampania Nord Est (società che gestisce la linea metropolitana che da Napoli è giunta di recente fino ad Aversa, e destinata a proseguire), ma il comune di Casaluce vuole acquisirla nel proprio patrimonio. Lungaggini tecniche e burocratiche finta non hanno permesso di raggiungere questo obiettivo.

“La nuova finanziaria ha stabilito la sdemanializzazione dei beni dello Stato, – spiega il sindaco Nazzaro Pagano – Quindi attendiamo entro ottobre il decreto che ci permetterà di entrare nella proprietà di quell’area”. Il comune ha anche aperto un contenzioso giudiziario proprio contro la Metrocampania, che vorrebbe invece concedere l’area in comodato d’uso ad un prezzo di cinquemila euro mensili. Condizione a cui è contraria l’amministrazione comunale.

E il mercato? Le autorizzazioni? Qui il sindaco cerca di glissare, spiegando: “Questo è un problema che dura da 12 anni e lo risolveremo al più presto quando l’area dell’ex Alifana passerà al Comune. Lì, però, creeremo uno spazio pubblico attrezzato per anziani e giovani, mentre la fiera settimanale sarà ubicata in una nuova area da attrezzare con servizi igienici, bar e parcheggio. Si potrà prendere anche in considerazione – annuncia il primo cittadino – di creare una fiera permanente di frutta e fiori, dove una volta alla settimana si andrebbero ad aggiungere gli altri generi di vendita ambulante”.

Insomma, un “restyling”, sia per l’area ex Alifana che per il mercato, quello promesso dal sindaco Pagano, ma per iniziare a valutare i progetti bisognerà attendere prima il verdetto di ottobre.

foto di Rosario Serafino

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico