Campania

Raffineria di droga nel napoletano: sei arresti

 NAPOLI. Sei persone sono state arrestate dai carabinieri a Giugliano (Napoli), dove era stata scoperta una raffineria di cocaina e crack controllata dal clan Amato-Pagano di Scampia, quello dei cosiddetti “Scissionisti”, …

… che nell’ultimo anno hanno subito l’arresto dei propri vertici, compresi i fondatori Luigi Amato e Cesare Pagano.

Il laboratorio, situato nelle campagne nei pressi dell’uscita dell’asse mediano tra Giugliano, Parete e Villaricca, riforniva la piazza di spaccio dei “Sette palazzi” di via Labriola. La scoperta risale al 2 ottobre 2009, quando i militari della compagnia di Giugliano, guidati dal capitano Alessandro Andrei, fecero irruzione nell’edificio apparentemente adibito ad abitazione privata. Dopo aver perquisito i locali furono rinvenuti i sistemi di occultamento della droga, realizzati murando casseforti di metallo con serratura dietro le plafoniere delle lampade al neon, con capacità fino a circa un metro cubo.

Oltre al sequestro di droga (5 chilogrammi di crack e 10,5 di cocaina), denaro contante (1790 euro), cellulari e materiale per la lavorazione e il confezionamento degli stupefacenti, i carabinieri trovarono un libro contabile, relativo al periodo tra febbraio e ottobre 2009, che documentava l’approvvigionamento giornaliero dalle 4.500 alle 13.500 dosi giornaliere vendute nella piazza dei “sette palazzi”, nonché una produzione totale di 9.582.500 monodosi di cocaina e crack che, in poco più di sette mesi, ha fruttato alle casse del clan circa 250 milioni di euro.

Nei mesi a seguire, i militari hanno raccolto elementi di prova sull’esistenza di un’associazione per delinquere riconducibile agli Amato-Pagano, grazie alle indagini basate su attività tecniche e alle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia.

In carcere è finito Tommaso Rusciano, ritenuto il gestore del laboratorio, riuscito a fuggire durante il blitz di ottobre, ferendosi all’addome nello scavalcare una recinzione di metallo. Rusciano è considerato elemento legato in passato al boss Tommaso Prestieri e poi transitato, in seguito alla sanguinosa faida di Scampia contro i Di Lauro, nelle file degli Scissionisti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico