Home

Portogallo schianta Corea del Nord: 7-0. Spagna vince 2-0 su Honduras

Hugo AlmeidaNon c’è storia nel match tra Portogallo eCorea del Nord, con Cristiano Ronaldo e co. che rifilano un nettissimo 7-0 agli asiatici, facendoun grosso passo avanti verso la qualificazione agli ottavi.

Deco, infortunato, è il grande assente nel Portogallo che, al pronti e via, si fa pericoloso con Carvalho, che già al 7′ colpisce il palo di testa dopo un’uscita poco ortodossa di Myong Guk. Eduardo, al 18′, deve opporsi a Yong Yo, Alves e Carvalho non possono distrarsi. Il risultato cambia improvvisamente al 29′ per merito di Meireles, che riceve palla in area e, di giustezza, sigla l’inatteso 1-0. Trovato il gol, il Portogallo si scioglie un po’, lo stesso Meireles sfiora il bis dopo aver beneficiato di un rimpallo. I nordcoreani non hanno più lo smalto dell’avvio, Cristiano Ronaldo non pare ispiratissimo anche se, al 42′, si esibisce in un bel diagonale da posizione, per i più, impossibile.

Nella ripresa, raddoppio di Simao all’8 di Meireles e palla sotto le gambe del portiere. Passano tre minuti e l’undici di Queiroz è sul 3-0 con uno stacco comodo comodo di Almeida nel bel mezzo dell’area nordcoreana. Non è finita perchè al 15′ ecco servito il 4-0 ancora in velocità: stavolta è Ronaldo a servire l’accorrente Tiago, che da fuori area coglie l’angolo più lontano. Cristiano Ronaldo ci prova in tutti i modi a partecipare alla festa, ma al 16′ una sua sventola da fuori si stampa sulla traversa. Inizia la sarabanda dei cambi e, al 36′, il 5-0 porta la firma di Liedson, che appena entrato sfrutta una grave disattenzione della difesa orientale. Nel finale, contribuiscono alla goleada anche Ronaldo, in rete in nazionale dopo oltre un anno, e ancora Tiago (di testa) per un 7-0 che annichilisce i nordcoreani.

SPAGNA-HONDURAS. David Villa trascina la Spagna al primo successo al Mondiale sudafricano: il neo-bomber del Barcellona realizza la doppietta che stende l’Honduras e consente ai campioni d’Europa di agganciare la Svizzera al secondo posto. La squadra di Del Bosque vince 2-0, ritrova gioco ed entusiasmo, anche se a volte pecca di presunzione. Troppo spesso i suoi fuoriclasse sembrano voler entrare in porta con la palla. Il risultato poteva essere insomma molto più netto. E alla fine la differenza reti, in un girone equilibrato come quello degli iberici, potrebbe contare parecchio. Prima di tutto, però, la Spagna aveva bisogno di ritrovare la via della vittoria dopo il ko inatteso all’esordio contro la Svizzera. Torres e compagni partono fortissimo, costruendo in 10 minuti due occasioni clamorose con Villa (traversa) e Ramos (colpo di testa alto da due passi) e recriminando per due possibili rigori (su Torres e Ramos). Il giapponese Nishimura sorvola in entrambi i casi. L’Honduras, scrollatosi di dosso il furore iberico, prova a mettere la testa avanti e costringe Casillas a due difficili interventi in anticipo su Suazo, recuperato da Rueda e unico riferimento offensivo. Al 17′ però la Spagna rompe definitivamente gli indugi: lo fa con Villa, dribbling fulminante tra due avversari e tiro all’incrocio dei pali quasi da terra. Xavi sfiora il raddoppio su assist di Navas, Torres fallisce due buone opportunità. L’Honduras tutto sommato limita i danni, anche se prima dell’intervallo ancora Villa e Torres sono pericolosi. Spagna col piede sull’acceleratore anche a inizio ripresa. Contropiede Xavi-Navas-Villa e doppietta del bomber, aiutato nel tiro dalla deviazione di Chavez: 2-0. La Spagna sfiora il tris subito dopo con Ramos, Navas e soprattutto con Villa, che al 16′ fallisce il rigore concesso per fallo di Izaguirre su Navas. Ancora Spagna. Con Fabregas, appena entrato: salva Chavez sulla linea. Dall’angolo Ramos è ancora pericoloso ma il terzo gol, nonostante gli ultimi assalti, non arriva.

SVIZZERA-CILE. Il Cile batte la Svizzera 1-0 nel match valido per la seconda giornata del girone H. Ai sudamericani ci è voluto un tempo e mezzo comunque per avere ragione degli elvetici, costretti in dieci uomini dal 31′ del primo tempo per l’espulsione di Valon Behrami. La rete della vittoria è infine giunta al 30′ della ripresa con un colpo di testa di Gonzalez su preciso cross di Paredes. La Svizzera, che aveva steso a sorpresa la Spagna di Del Bosque nella prima partita, non è riuscita a reggere l’urto e la pressione costante dei cileni. Ora i sudamericani guidano la classifica a punteggio pieno con sei punti. Ma la qualificazione sarà decisa all’ultima giornata.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico