San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Contrasto a lavoro nero e panificazione abusiva: 1 arresto e 5 denunce

carabinieri SAN FELICE A C. I carabinieri delle stazioni di San Felice a Cancello, di Cancello e del Nucleo Operativo di Maddaloni hanno condotto un’operazione in collaborazione con i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro (Nil) e del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità (Nas), …

… al fine di contrastare il diffuso fenomeno del lavoro nero, lo sfruttamento di lavoratori irregolari stranieri e la panificazione abusiva o irregolare.

All’esito del controllo una persona è stata arrestata, cinque sono state denunciate in stato di libertà per vari reati, sono state elevate sanzioni amministrative per quasi 45mila euro e due esercizi commerciali sono stati chiusi e sequestrati.

I militari hanno eseguito un controllo presso un grosso panificio di Maddaloni, constatando la presenza di gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali, poiché alcuni arredi erano vetusti e/o arrugginiti, le celle frigo ed i servizi igienici non erano a norma, le pareti dei locali erano sporche e annerite dai fumi dei forni, un locale inadeguato era usato come deposito per la farina, ed era stato costruito un secondo forno in muratura, completamente abusivo. In particolare circa 9 tonnellate di farina (quasi 200 sacchi) erano in cattivo stato di conservazione, insudiciate e contaminate dall’accertata presenza di topi e dei loro escrementi. Inoltre, come se non bastasse, tutti e 3 i lavoratori romeni trovati nel panificio sono risultati in nero.

All’esito del controllo il titolare dell’esercizio è stato denunciato in stato di libertà per le violazioni alle norme igienico-sanitarie e nei suoi confronti verranno elevate contravvenzioni per circa 15.000 euro per i dipendenti in nero; inoltre sono stati apposti sigilli inamovibili ai forni e l’intera struttura è stata sottoposta sia a sequestro penale che a sospensione amministrativa.

A Cancello Scalo, in località Piazza Vecchia, è stato eseguito un controllo nelle coltivazioni di tabacco. Su un fondo sono stati controllati 4 extracomunitari ed il loro datore di lavoro, proprietario del fondo. All’esito dell’attività è risultato che tutti e 4 gli stranieri erano clandestini e lavoravano in nero, pertanto il titolare del fondo V.F., cl. 1978, di San Felice, è stato denunciato in stato di libertà per favoreggiamento della permanenza di clandestini nel territorio al fine di trarre ingiusto profitto dalla loro condizione d’illegalità. In sostanze viene sanzionato il fatto che, essendo clandestini, il datore che li fa lavorare in nero approfitta della loro posizione illegale per trarne ingiusto profitto, impiegandoli a condizioni estremamente svantaggiose, sapendo che non faranno mai valere i propri diritti di lavoratori. Inoltre nei suoi confronti per il lavoro nero sono state elevate contravvenzioni amministrative per circa 13.000 euro. Dei 4 stranieri identificati sul posto, Hasan Ayman, cl. 1989, palestinese, è stato arrestato poiché aveva già a carico un decreto di espulsione dall’Italia al quale non aveva ottemperato, emesso nell’ottobre 2009, mentre gli altri 3 extracomunitari, tutti di nazionalità egiziana, sono stati denunciati in stato di libertà in relazione alla loro posizione di clandestini. A San Felice a Cancello è stato eseguito un controllo sulla regolarità del rapporto di lavoro dei dipendenti di un bar del centro, ed è stata constatata la presenza di 3 dipendenti irregolari (2 dei quali romeni) su 6 lavoratori presenti; pertanto sono state elevate contravvenzioni amministrative a carico del datore di lavoro per circa 15.000 euro ed è stata disposta la sospensione amministrativa dell’attività.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico