Sant’Arpino

Salvatore Lettera (Pd) analizza il voto

Salvatore LetteraSANT’ARPINO. A distanza di una settimana dal voto, il delegato regionale del Pd, Salvatore Lettera, si sofferma ad analizzare l’esito elettorale riportato dai Democratici nella tornata del 28 e 29 marzo nel collegio Sant’Arpino-Orta di Atella.

Per quanto riguarda il risultato delle Regionali, puntualizza Lettera: “Risulta del tutto evidente il forte contributo in termini di voti dato alla lista del Pd da parte di chi ha sostenuto alla luce del sole il capolista regionale Nicola Caputo, risultato quest’ultimo colui che ha ottenuto a Sant’Arpino il più alto numero di preferenze dei candidati del Pd, è utile sottolineare che tale contributo è risultato determinante al fine di attestare il Pd nell’ambito di Sant’Arpino quale seconda forza dopo la Pdl, con oltre 1500 voti”.

Per quanto riguarda invece il risultato delle Provinciali, continua Lettera: “Devo ammettere che gli oltre 2200 voti ottenuti, hanno premiato l’impegno e la caparbietà di un candidato, Elpidio Del Prete, che ha creduto fino in fondo in una possibile elezione a Consigliere Provinciale, elezione non avvenuta purtroppo per una manciata di voti, nonostante ha potuto contare sull’apporto di una sola parte della sezione locale e in primis dell’amico Giovanni D’Errico, mentre, cosa nota a tutti, vi è stato chi pur facendo finta di stare inizialmente in linea con il partito, ha preferito come sempre perseguire altri obiettivi, sicuramente non quelli di appoggiare il candidato alle Provinciale della sezione del Pd di Sant’Arpino”.

Fatta questa prima analisi del voto, il delegato Lettera guarda al futuro: “Ritengo che il Pd di Sant’Arpino debba necessariamente cambiare rotta, forte del buon ed inaspettato risultato ottenuto deve farne tesoro affinché esso possa servire come base di partenza per rilanciare il partito ed un nuovo progetto politico, bisogna prendere atto che ci si debba liberare dalle zavorre che ad ogni occasione non si smentiscono mai, bisogna avere la capacità di fondere l’esperienza e la capacità di chi in maniera leale ha lavorato per il bene del partito portando consensi, con le nuove risorse che certamente non mancano con i giovani e le donne, solo in questo modo siamo disponibili ad aprire un confronto e un dialogo su un nuovo progetto politico.

L’ultima precisazione Lettera la fa sulla composizione del gruppo dirigente della locale sezione, tenendo a precisare che: “Nelle more che si andranno a celebrare i congressi sezionali, l’unico organismo riconosciuto a livello locale, è quello comunicato a suo tempo alla federazione di Caserta, vale a dire il coordinamento costituito dal coordinatore Elpidio Del Prete, dai delegati regionali Susy Ronga e Salvatore Lettera. Senza nulla togliere a Giovanni D’Errico che, per quanto mi riguarda, data la sua esperienza e la sua serietà politica, può sicuramente essere integrato e fare parte del coordinamento”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico