Caserta

Confesercenti, concluso il primo meeting provinciale

Maurizio PolliniCASERTA. Un primo meeting affollato e produttivo quello tenuto domenica mattina dalla Confesercenti Provinciale di Caserta parteciperanno il presidente provinciale della Confesercenti Maurizio Pollini, …

… il direttore regionale Confesercenti Pasquale Giglio, il presidente regionale Vincenzo Schiavo, il presidente della Camera di Commercio di Caserta Tommaso De Simone, il Preside della Facoltà di Economia della Seconda Università di Napoli Vincenzo Maggioni, ed il docente universitario Francesco Domenico Moccia. Ha coordinato i lavori il responsabile provinciale della Confesercenti Gennaro Ricciardi.

Moltissimi i punti trattati nel corso dell’appuntamento dal titolo “Commercio, Turismo e Servizi: elementi di sviluppo per l’economia delle città di Terra di Lavoro”, tra cui lo sviluppo del commercio nelle aree urbane di Terra di lavoro, la sicurezza e la creazione dei centri commerciali naturali. “Bisogna senza remore affermare che chi uccide il nostro territorio con affarismi personali non ha alcun tipo di giustificazione”, ha affermato Tommaso De Simone riferendosi ai fatti di cronaca degli ultimi giorni in relazione agli arresti per gli sversamenti illegali nelle zone del casertano. Gli fa eco il presidente Maurizio Pollini: “Vogliamo esportare la nostra mozzarella Dop nel mondo e poi la cronaca ci riporta indietro di millenni”.

Anche il tema del Centri Commerciali Naturali è stato posto sul tavolo tecnico. “Sono contento che finalmente le istituzioni si siano accorte dell’Università – ha precisato il preside Maggioni – anche perché la situazione della Campania appare davvero grave. La crescita della nostra regione è quasi pari a zero soprattutto in riferimento ad un tasso di crescita occupazionale e di conseguente sviluppo del tutto inesistente”.

Ma l’attenzione si è concentrata anche ai tanti centri di grossa distribuzione presenti su di un territorio ristretto. La concorrenza agisce su un mercato oramai saturo e soprattutto pesca in un settore depauperato dalla crisi economica ed occupazionale. La soluzione potrebbe essere quella di incentivare le piccole attività commerciali che sono di fatto un volano di sostentamento di molte famiglie, proprio grazie alla creazione di centri commerciali naturali sui quali investire in attività di attrazione turistica.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico