Caserta

La Sinistra casertana partecipa allo sciopero Cgil

Antonio Dell’AquilaCASERTA. La Federazione della Sinistra e il candidato alla presidenza della Provincia, Antonio Dell’Aquila, aderiscono allo sciopero generale di quattro ore indetto per venerdì 12 marzo dalla Cgil …

…alla quale manifestano il sostegno per la lotta intrapresa contro il Governo e Confindustria. “Condivido l’allarme del sindacato, – dichiara Dell’Aquila – la crisi economica sta creando una grossa perdita di posti di lavoro e un diffuso impoverimento dei ceti popolari. Contro questa situazione le azioni messe in campo dal governo risultano completamente insufficienti, specie in provincia di Caserta dove ogni giorno assistiamo allo smantellamento del tessuto industriale. E’ necessario per questo continuare a lottare per impedire i licenziamenti e la chiusura delle fabbriche. E’ doveroso applicare misure di sostegno al reddito e prevedere gli ammortizzatori sociali per i precari. La crisi la paghi chi l’ha creata. La crisi la paghino i padroni”.

“La Sinistra – recita una nota della federazione casertana – è impegnata a sostenere la battaglia della Cgil su tutti i fronti a partire dalla difesa dello Statuto dei lavoratori che in queste ore è messo in discussione dal governo. La norma varata dal Senato, che introduce la possibilità che le controversie tra il datore di lavoro e il suo dipendente siano risolte anche da un arbitro in alternativa al giudice, nasconde un attacco all’articolo 18. Si tratta di una vigliaccata politica che, in una fase di grave crisi come questa, si immagina a quali favori sottenda.Saremo in piazza venerdì anche in difesa dei temi cari alla provincia di Caserta, a partire dal contrasto alla criminalità e per la difesa della legalità nei settori cruciali delle attività produttive e della pubblica amministrazione. Nella piattaforma della Federazione della Sinistra l’impegno a lavorare su tre filiere: il rilancio dell’industria leggera, di un’agricoltura di qualità e del turismo. Oggi più che mai si pone la necessità di partire dalla ripresa dell’occupazione attraverso una reindustrializzazione distrettuale che può avvenire soltanto attraverso la bonifica del territorio casertano dalle discariche, a partire da Lo Uttaro. Perché solo attraverso un risanamento, in particolare nella conurbazione casertana, si può continuare a sperare che la realizzazione del Policlinico rappresenti il modo per rilanciare la ricerca scientifica anche in Terra di Lavoro. La Federazione ritiene indispensabile un più oculato investimento da parte del pubblico per sostenere i progetti di cui ha bisogno la provincia di Caserta per un serio rilancio delle sue potenzialità”.

Il 12 marzo il candidato presidente e la Federazione della Sinistra parteciperanno al sit in dei lavoratori che si terrà in piazza Vanvitelli e rinnoveranno, insieme alla Cgil, l’impegno a contribuire alla grande manifestazione di popolo prevista a Roma il sabato successivo contro il decreto ‘salva liste’ varato dal governo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico