Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Cartelle pazze, Pdl: “Nuova prova di incapacità del sindaco”

 MONDRAGONE. Il consigliere comunale Salvatore Davidde, unitamente al capogruppo consiliare Giovanni Schiappa ed ai consiglieri comunali aderenti al gruppo consiliare del Pdl …

Maria Eleonora Conte, Pasquale Marquez, Daniela Nugnes, Alessandro Pagliaro, Antonio Pagliaro ed Aldo Santamaria, interviene sulla vicenda degli avvisi e cartelle pazze che, da diverse settimane, stanno raggiungendo numerosissimi cittadini mondragonesi:

“Abbiamo avuto l’ennesima prova dell’incapacità politica del sindaco Achille Cennami e della sua Giunta. E’ noto a tutti che questo Sindaco, sin dall’inizio del suo mandato, ha ritenuto giusto tenere per sé le deleghe al Bilancio ed ai Tributi, probabilmente perché pensa di avere ampie conoscenze di contabilità degli Enti Locali ma, non è proprio così e, tale scelta, si è mostrata immediatamente un grave peccato di superbia. L’effetto è che migliaia di cittadini, stanno ricevendo solleciti di pagamento per tasse già regolarmente pagate, rompendo quel legame di fiducia che deve caratterizzare la Pubblica Amministrazione e il cittadino. Ci auguriamo che il sindaco non voglia, come è solito fare, dare la colpa agli Uffici Comunali in quanto la Legge gli affida la piena supervisione dell’Ente che governa in qualità di Primo Cittadino. A nostra conoscenza, invece, vi è una situazione drammatica a cui né il Sindaco né altro componente della Giunta ha saputo dare alcuna risposta operativa: dopo circa due anni dall’insediamento dell’Amministrazione Cennami, non sono stanziati soldi per nuovi e più moderni software che possano consentire agli Uffici di operare al meglio.

Si tratta di un fatto gravissimo. In tal modo si stanno disturbando con inutili solleciti di pagamento tantissimi cittadini onesti che hanno già regolarmente pagato, compreso numerosi anziani che hanno numerose difficoltà anche soltanto a raggiungere gli Uffici Comunali. Soltanto adesso iniziamo a comprendere che, per il Sindaco ed i suoi fedelissimi, i disservizi ed una gestione “distratta” delle tasse e delle imposte rappresentano dei veri capisaldi di governo. Sentiamo di dover ringraziare la disponibilità e la pazienza di tanti dipendenti comunali che si sono accorti delle difficoltà che l’Amministrazione Cennami sta creando alla nostra Città ma, consentiteci, ci piacerebbe assistere ad un gesto di umiltà da parte del Primo Cittadino: faccia un manifesto pubblico di scuse alla Città e nomini immediatamente un assessore che abbia voglia e capacità per approfondire la materia finanziaria e tributaria”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico