Caserta

Parco ex Sirtori, a quando l’inaugurazione?

 CASERTA. Sabato mattina una delegazione del gruppo consiliare del Pdl, nonostante le condizioni climatiche avverse, ha compiuto una visita al parco dell’area ex Sirtori e nel nuovo complesso della scuola degli allievi Aeronautica in viale Duhet.

La delegazione, composta dal capogruppo del Pdl Vincenzo Ferraro e dai consiglieri Marco Cerreto e Pio Del Gaudio, ha potuto passeggiare all’interno del parco pubblico vasto circa 20mila metri quadri, completamente recintato da muro ed acciaio inox, ha potuto ammirare la foresteria dotata di circa otto stanze, l’impianto di illuminazione alogena e l’impianto di video sorveglianza intelligente a rotazione per la sicurezza dei fruitori, i lavori sono di fatto ultimati e lunedì l’impresa abbandonerà il parco che dovrebbe essere inaugurato e consegnato alla città.

A tal proposito, il capogruppo Ferraro ha dichiarato: “Questo parco è un esempio di saggezza architettonica mista ai concetti più moderni di gestione di spazi pubblici, mi chiedo per quale motivo l’amministrazione non abbia ancora provveduto al passaggio di cantiere e a provvedere ad un’inaugurazione degna di tale opera che qualifica tutta la zona antistante la Reggia, vi è il rischio che già dalla prossima settimana questo parco resti di fatto abbandonato”.

Marco Cerreto, che nei giorni scorsi aveva già protocollato un’interrogazione per conoscere le intenzioni dell’amministrazione, torna sui problemi di gestione: “L’impianto per irrigare il prato inglese e gli aranceti, l’illuminazione e l’impianto di videosorveglianza non possono essere messi in funzione se l’amministrazione non provvede ad un allaccio. E’ scandaloso che ad oggi non abbia provveduto a farlo con il rischio che già nei prossimi giorni, quando da lunedì la ditta che ha eseguito magistralmente i lavori, il bellissimo manto erboso sarà completamente bruciato”.

Pio Del Gaudio, infine, dichiara: “La cosa che lascia interdetti è che, di fronte ad un’opera così bella, nessuno, neppure i turisti, comprende che si tratta di un’area pubblica, cioè destinata alla città. I nostri concittadini, abituati a costeggiare il viale Ellittico, considerano quest’area di proprietà dell’aeronautica. Invece, grazie all’amministrazione di centrodestra che volle fortemente questa delocalizzazione, questo parco è nostro ma l’amministrazione di centrosinistra in carica, in tre anni e mezzo di governo, se ne è completamente dimenticata, nessuna pubblicità, nessun manifesto, nessuna inaugurazione, e ad oggi manca ancora un nome a questa bellissima villa, che potrebbe essere il biglietto da visita per accedere alla città”.

In seguito, grazie alla disponibilità del responsabile del cantiere e dei progettisti dell’opera, la delegazione ha potuto visitare anche la nuova scuola aeronautica, le palestre, le aule didattiche,i quattrocento nuovi alloggi e lo splendido auditorium di 800 posti, in un contesto meraviglioso di ingegneria ed architettura ecocompatibile e di modernissima fattura. Anche su questo la delegazione ha mostrato il suo stupore perché ancora nulla è funzionante. Cosa si aspetta a rendere pubblica un opera di tale dimensione?

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico