Caserta

Caterino Motori, 60 anni con Piaggio

 CASERTA. Siamo alla metà degli anni ‘40 e l’immagine della Vespa si impone con forza seduttiva. Lo scooter diventa protagonista anche dei fumetti, per mano di Jacovitti allora giovanissimo.

Ma è il cinema a lanciarla definitivamente verso un incontenibile successo. Gli americani vanno in fibrillazione per la Vespa, e la identificano come l’emblema del carattere italiano. Come dimenticare il film “Vacanze romane” con Audrey Hepburn e Gregory Peck che attraversano i corsi romani in sella ad una fiammante Vespa bianca, film che si trasforma nel 1953 in un vero proprio spot pubblicitario per la azienda produttrice del centro urbano del ponente genovese. E’ in questo scenario della casa madre Piaggio che il cavalier Luigi Caterino, fondatore della “Caterino Motori”, inizia la sua attività imprenditoriale il 29 novembre 1949 sottoscrivendo l’accordo con l’Azienda di Sestri Ponente, sorta per merito di Rinaldo Piaggio già attiva nel settore navale e ferroviario, e inserendosi nel tessuto sociale casertano con l’intuito dell’imprenditore che sa guardare lontano.

Una lunga unione, tra Piaggio e Caterino, che dura da 60 anni, il cui anniversario sarà celebrato il 12 e 13 dicembre prossimi in una due giorni densa di eventi nella sede di Viale Carlo III. Il primo punto vendita viene aperto da Luigi Caterino, aiutato dalla moglie Anna e da un giovinetto Alfonso, nella centralissima via Cesare Battisti dove si possono toccare con mano i veicoli della Piaggio, e che, grazie ad un sapiente ed incessante lavoro organizzativo e di diffusione, riesce a trasmettere al pubblico della provincia di Caserta l’immagine avveniristica di Vespa. Il conseguente sviluppo economico del dopoguerra, fa sì che Vespa diventi il primo mezzo di locomozione e svago, e per rilanciare l’idea di aggregazione viene costituito il “Vespa Club Caserta”, cui aderiscono in tanti per condividere i sentimenti di gioia e spensieratezza.

 I risultati della famiglia Caterino sono sotto gli occhi di tutti e così il cavaliere Luigi, con un consistente impegno economico della famiglia, trasferisce la sua attività nella più grande ed accogliente sede di Viale Carlo III, tecnicamente all’avanguardia, già allora, e capace di ospitare adeguatamente quanti avevano l’idea di acquistare ma anche di riparare il proprio motoveicolo.

Nel tempo l’azienda cresce riscuotendo riconoscimenti a carattere locale e nazionale, tanto da raggiungere l’ambìto traguardo di “Migliore concessionario italiano” per la diffusione di Vespa. A reggere le sorti della Caterino Motori è poi il figlio, Alfonso Caterino, nel periodo a cavallo tra gli anni settanta e novanta. Grandi successi, in quegli anni, grande partecipazione associativa e grandi manifestazioni e competizioni amatoriali.

Attualmente, già da un decennio, l’amministrazione della Caterino Motori è affidata alla conduzione di Piergiorgio, terzogenito di Alfonso, in costante aggiornamento in casa Piaggio, che tiene le sorti dell’impresa con i fratelli Anna e Luigi. Tra i suoi hobby lettura, viaggi, footing, calcio, cucina per stupire gli amici, e tanta musica pop in particolare Sting e Jamiroquai.

“Sono dieci anni circa che ho l’onore e l’onere di amministrare l’Azienda con i miei fratelli, – ha commentato con commozione Piergiorgio Caterino – ed è per me fondamentale proseguire nel solco tracciato dai miei predecessori. Non riuscirei a fare diversamente. L’attenzione ai contenuti tecnologici e la salvaguardia dei posti di lavoro, – ha proseguito Piergiorgio affrontando poi gli aspetti gestionali dell’Azienda – restano un punto di riferimento dell’organizzazione aziendale sempre rivolta alla soddisfazione della clientela per un innovativo servizio. Nonostante oggi le avversità economiche e sociali pervadano il territorio, grazie ad enormi sforzi ed una conoscenza messa in campo ogni giorno, le nostre unità lavorative non subiscono alcuna riduzione. Comunque resta anche per me prioritario garantire alla clientela un servizio sempre puntuale e di qualità secondo gli standard Piaggio a mezzo di una continua ed adeguata preparazione tecnica e professionale del personale, con un postvendita che garantisca in primo luogo i nostri clienti”.

Descrizione foto: nella griglia, da sinistra,raduno “Vespa Club Caserta” al monumento ai caduti 1969; il cav. Caterino, in abito chiaro, con il comandante deiVigili urbaniDante Intro alla presentazione del Piaggio “Ciao” – 1967; Presentazione Piaggio “Bravo”nel 1979

con i dirigenti Piaggio l’avvocato Alfonso Caterino, il giornalista professor Federico Scialla, ed un giovanissimo Alberto Zaza d’Aulisio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico