Aversa

Commercio, è scontro tra Ciaramella e Pollini

Maurizio PolliniAVERSA. Ciaramella vs Pollini, la sfida a colpi di battute sugli organi di stampa non si placa. Dopo le ultime dichiarazioni del primo cittadino sul mancato operato del presidente provinciale della Confesercenti, la parola passa a Pollini.

“Il sindaco della Città di Aversa continua a deludermi. Non affronta i temi seri, quelli che interessano alla gente, si limita a congetture del tutto personali. In primo luogo l’ho più volte invitato a parlare dei fatti inerenti il commercio, in un incontro pubblico, dove chiarire alla cittadinanza ciò che è stato fatto e soprattutto ciò che non è stato fatto. Richiesta caduta nel buio completo. In seconda istanza una cosa deve essere ben chiara: io non faccio politica e sono nauseato dalla politica dei giorni nostri”.

Maurizio Pollini poi esamina i punti focali della sua battaglia personale per il rilancio del commercio in città: “Non abbiamo interlocutori continui, in 7 anni di consiliatura il sindaco ha cambiato circa 10 assessori, questo porta ai risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Un punto su cui bisogna far subito chiarezza riguarda l’assegnazione dei posti agli ambulanti nella fiera settimanale. Nel 2000 gli ambulanti erano 200, oggi sono più del doppio. Ed allora i criteri di assegnazione? Bisogna tener conto che esiste per questa cosa un bando regionale, ma l’amministrazione questa cosa la conosce?”.

Ma l’affondo del presidente continua anche sui temi del mercato ortofrutticolo, abbandonato a sé stesso e meta di politici solo in vista di elezioni, e del centro storico dove manca una programmazione sull’abbattimento dei costi ai commercianti che investono in aree depresse e dove è necessario un sistema di videosorveglianza adeguato alle esigenze della gente.

Ultima nota dolente quella che riguarda la politica sulla legalità da tempo sostenuta dalla Confesercenti. “Il comune – afferma Pollini – sia sempre stato silente alle richieste di collaborazione ed alle varie manifestazioni poste in essere dall’associazione dei commercianti, sempre presente ed attiva su argomenti tanto sensibili”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico