Orta di Atella

Prima sagra organizzata da “Rinascita Ortese”

 ORTA DI ATELLA. Un fine settimana trascorso all’insegna della riscoperta degli antichi sapori e dei prodotti tipici.

L’opportunità è stata data nello scorso week end dalla prima sagra paesana organizzata dal centro ricreativo culturale “Rinascita Ortese” presieduto dal giovane avvocato Pasquale Lavino. Il neonato sodalizio, che riunisce molti giovani ortesi, per l’occasione è riuscito, grazie alla fattiva collaborazione del dirigente scolastico De Marco e del parroco don Paolo Gaudino, a ridare vita e funzionalità ad uno spazio da tempo abbandonato quale la palestra del plesso scolastico Villano.

L’evento organizzato da Rinascita Ortese è stato caratterizzato non solo dalla degustazione dei prodotti tipici ma anche dall’esibizione di diversi artisti quali: il gruppo Reginella Napoletana, il gruppo ortese Luna Rossa, le cantanti Katia D’Amore e Teresa Parolisi, oltre ai campioni di regionali di ballo Tonia e Mario D’Ambrosio e alle scuole di danza Tiziana Dance, Danza d’Arte e Maxi Dance. Nella circostanza spazio anche alla solidarietà con la raccolta di fondi da destinare alle famiglie disagiate di Orta d’Atella. Soddisfatto per il riscontro e la partecipazione il presiedente Lavino.

“Sono compiaciuto per l’impegno profuso da tutti.- dichiara – Ciascun socio ha messo a servizio dell’iniziativa le proprie competenze, assicurando così il buon esito dell’evento. Ci si augura che questo sia solo il primo di una serie di eventi organizzati ad Orta Di Atella, nella prospettiva e, soprattutto, con la convinzione che il talento va valorizzato e non disperso”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Francavilla Fontana, rapina un uomo e poi un bar: arrestato https://t.co/RIBcY8Ifc5

Napoli, fucile e bombe a mano nascosti in solaio al Rione Traiano https://t.co/STl7o6zuYW

Campania - Obiettivo "Zero Epatite C": web serie con medici e pazienti (18.10.18) https://t.co/IwSXZbfmcH

Napoletani scomparsi in Messico, i parenti occupano i binari della stazione - https://t.co/faZF0ai8xR

Condividi con un amico