Aversa

Sei aversani alla maratona di New York

i sei atleti aversani che correranno a New YorkAVERSA. Saranno sei i portacolori dell’Arca Atletica Aversa Agro Aversano che prenderanno parte il prossimo 1 novembre alla mitica Maratona di New York.

Quella che gli americani chiamano Nycm, la New York City Marathon, è ormai alle porte e la pattuglia aversana è più che pronta per volare negli States e conquistare un posto nell’ordine di arrivo della maratona certamente più famosa del mondo.

La trasferta aversana non è certo la prima alla maratona che si chiude in Central Park. Negli anni sono almeno una ventina i podisti nostrani che si sono portati negli Usa per correre la prova sui 42 chilometri e spiccioli. Stavolta tocca a Nicola Dongiacomo (classe 1936), Annamaria Villano (classe 1954), Francesco Saverio Cangiano (classe 1966), Basilio Puoti (classe 1956), Luigi Caserta (classe 1943) e Luigi Tramontano (classe 1944).

Ci fa piacere presentare per prima Annamaria Villano, unica donna del gruppo, insegnante di scuola media, arrivata all’atletica non certo ragazzina, ha al suo attivo un carnet zeppo di partecipazioni importanti, non disdegna le prove su pista dove in giugno ha conquistato podi importanti ai Campionati Regionali di Società.

Nicola Dongiacomo, notaio molto conosciuto in città, arriva a New York non certo per la prima volta e ha al suo attivo tantissime partecipazioni internazionali: i suoi 73 anni non lo fermano davanti agli strappi del Ponte di Terrazzano.

Francesco Saverio Cangiano, imprenditore di alta moda, è il “ragazzino” della spedizione, solo 43 anni, ama correre veloce sulle prove più corte, ma stavolta deve dare il morso alla mela più bella del mondo.

Antonio Basilio Puoti, ingegnere 53enne, ha all’attivo forse il maggior numero di prove “ultra”, cioè gare che vanno dalla maratona in su.

Luigi Caserta, da Teverola, noto come ‘Giggino’, per anni amministratore locale della cittadina alle porte di Aversa, da tempo si è “trasformato” in organizzatore di eventi sportivi tra cui la sua “Strateverola” che è arrivata alla sua quarta edizione, statene certi andrà a New York per copiare qualcosa nell’organizzazione generale.

Luigi Tramontano, infermiere in pensione del pronto soccorso del ‘Moscati’ di Aversa, ha deciso di regalarsi di nuovo la Grande Mela, lui va piano ed arriva sempre, quindi non lascerà nulla al caso e sicuramente si assicurerà la famosa medaglia della Marathon.

Per la pattuglia un modo originale per festeggiare anche i 40 anni della società sportiva aversana, Stella d’Argento al merito Sportivo del Coni, che riesce a coniugare l’atletica agonistica con quella di passione e dedizione assoluta dei master e degli amatori.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico