Esteri

Afghanistan, i talebani minacciano gli elettori

Hamid KarzaiKABUL. “Chi partecipa al voto è un nemico dell’Islam”. E’ la minaccia riportata su alcuni volantini distribuiti alla gente in Afghanistan, in vista delle elezioni presidenziali e provinciali del 20 agosto.

Dopo l’attentato alla base Nato di Kabul, che ha provocato sette morti e oltre 90 feriti, i talebani lanciano una nuova offensiva, stavolta “mediatica”, allo scopo di boicottare il voto.

Il portavoce degli estremisti islamici, Yousuf Ahmadi, ha dichiarato infatti che i seggi elettorali potrebbero essere attaccati. “Chiunque sarà ferito, sarà direttamente responsabile in quanto era stato informato”, ha detto.

Nel testo dei volantini distribuiti in varie province, fra cui quella di Kandahar, si sostiene fra l’altro che gli elettori che si recheranno alle urne verranno considerati di fatto alleati del governo afghano e delle truppe straniere e quindi “nemici dell’Islam”. Alcuni abitanti di vari centri abitati del distretto di Gailan, nella provincia di Ghazni, nell’Afghanistan centrale, hanno reso noto che militanti talebani hanno requisito i certificati elettorali di molte persone, andando casa per casa.

I favoriti per la vittoria elettorale sono il presidente uscente Hamid Karzai e l’ex ministro degli Esteri, Abdullah Abdullah. Secondo un sondaggio della ong statunitense “Istituto repubblicano internazionale (Iri)” Karzai sarebbe in vantaggio con il 44% delle preferenze, ma è ancora lontano dal 50% che gli permetterebbe di evitare il ballottaggio, seguito con26% dell’avversario.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico