Santa Maria C. V. - San Tammaro

Ospedale nell’ex Finmek, Giudicianni convoca i sindaci.

 SANTA MARIA CV. Venerdì 5 giugno, la proprietà di parte della superficie dell’Ex Finmek ha sottoscritto con il Comune di Santa Maria Capua Vetereun atto di sottomissione per l’allocazione di strutture sanitarie-ospedaliere.

Il legale rappresentante della società ha, infatti, ufficialmente comunicato la propria disponibilità a mettere a disposizione del Comune una superficie di 65mila metri quadrati, ricadenti nell’area ex Italtel, per destinarli a sede del nuovo ospedale.

Tale atto di sottomissione avrà la durata di un anno entro il quale l’amministrazione comunale di S. Maria Capua Vetere dovrà attivarsi per portare a compimento questo importante progetto.

Già ieri, 8 giugno, al fine di agevolare un veloce epilogo, il primo cittadino Giancarlo Giudicianni ha inoltrato una nota ai sindaci dei Comuni di Capua, Casapulla, Curti, San Prisco e San Tammaro, ai consiglieri regionali Giuseppe Stellato e Paolo Romano, ai segretari cittadini del Partito delle libertà, Rifondazione comunista, Socialisti Democratici Italiani, Partito democratico, Italia dei Valori, Udeur e Udc convocandoli il 12 giugno alle ore 10.30 presso palazzo Lucarelli.

L’importante documento siglato dalla Biel Company è giunto a seguito di importanti trattative avviate dall’amministrazione comunale di Santa Maria Capua Vetere finalizzate al riutilizzo della superficie dell’ex Finmek, con l’eventuale conseguente reintegro dei lavoratori in esubero, e all’individuazione di un’area sulla quale allocare il nuovo ospedale che dovrà servire l’intera conurbazione.

Fiducioso il sindaco che afferma: “La firma di questo atto rappresenta un’opportunità non più ripetibile per realizzare il Dea di Secondo livello. L’area si trova al confine naturale tra Capua e Santa Maria Capua Vetere, in una zona di accessibilità totale. Non ci sono ragioni per non cogliere al volo questa possibilità, non ci sono scusanti per le amministrazioni locali, per la Regione e per tutti gli attori coinvolti per non agire con fermezza e coerenza. Confido nel trionfo del bene comune”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico