Orta di Atella

Visite guidate ai siti dell’Antica Atella

casale di Teverolaccio (Succivo)ORTA DI ATELLA. Nella mattinata di domenica 17 maggio, nella cornice di una gioiosa kermesse culturale, si sono tenute tre “visite guidate” presso i siti atellani di rilevanza urbanistico-ambientale ma anche a tre testimonianze d’arte di significativa importanza storica.

Il simpatico e festoso “tour” per l’area atellana, partendo da Orta (i partecipanti erano tutti ortesi,del Centro Studi e ricerche “M.Stanzione”), ha attraversato la periferia di Succivo e quella di Sant’Arpino, per recarsi in tre luoghi “storici” locali da visitare.

Il casale di Teverolaccio (Succivo), la chiesa “barocca” del soppresso convento dei Frati Minimi ed il notissimo Municipio dell’ex Comune soppresso di Atella di Napoli (Sant’Arpino) in via di restauro e di prossimo riuso a scopo culturale, sono stati gli interessantissimi luoghi della visita culturale. Ad illustra i detti beni culturali sono stati: l’architetto Salvatore Di Leva e Andrea Russo.

Era prevista, nel corso del tour , anche una visita al Museo Archeologico dell’Agro Atellano in Succivo ed una fugace sortita presso la “fornace romana” ubicata nel cimitero di Sant’Arpino, ma l’orario tardo e difficoltà sopraggiunte all’ultimo momento hanno fatto saltare la visita alle due“situazioni archeologiche.

Al giro culturale, comunque svoltosi con viva partecipazione , erano presenti professionisti , famiglie intere e giovani studenti di Orta, e tutti si sono realmente sentiti coinvolti nell’ammirare e conoscere le “belle cose” viste, vere testimonianze architettoniche e storiche del nostro passato, sia lontano che recente.

Sono previsti ulteriori giri culturali per poter ammirare e conoscere “de visu” le tante e diverse testimonianze stoiche e artistiche dell’area atellana.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico