Esteri

Progettavano attentati terroristici a New York: arrestati dall’Fbi

 NEW YORK. Quattro cittadini americani, di religione musulmana, sono stati arrestati dall’Fbi a New York con l’accusa di aver progettato attacchi terroristici contro obiettivi militar e una sinagoga.

Si chiamano James Cromitie, David Williams, Onta Williams e Laguerre Payen, tutti residenti a Newburgh, un centinaio di chilometri da Ny. L’arresto è avvenuto ieri sera, intorno alle 21 (ora locale) quando avevano già sistemato degli ordigni dinanzi ad una sinagoga nel Bronx. Ordigni da loro ritenuti veri, ma in realtà falsi, come scrive il New York Times. Infatti, l’esplosivo era inerte e gli era stato venduto, assieme ad un “missile”, da un informatore sotto copertura dell’Fbi. I quattro intendevano anche abbattere degli aerei militari in una base della Air National Guard a Newburgh.

L’inchiesta era iniziata nel giugno scorso, quando uno degli arrestati, James Cromitie, incontrò lo stesso informatore dell’Fbi nella moschea di Newburgh, dove gli chiese armi ed esplosivo per compiere attentati negli Stati Uniti. Quello sarebbe stato il primo di una serie di incontri con l’informatore Fbi, tutti filmati. Cromitie, nato in Afghanistan, dove vivono i suoi genitori, diceva di essere arrabbiato per la guerra nel suo paese e per i morti innocenti causati dal governo americano in Afghanistan e Pakistan.

I quattro ora compariranno dinanzi al Tribunale federale newyorkese di White Plains. Rischiano l’ergastolo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico