Caserta

Enrico Letta a Caserta per presentare il suo libro

Enrico LettaCASERTA. Lunedì 11 maggio, Enrico Letta sarà a Caserta per presentare pubblicamente il suo nuovo libro “Costruire una cattedrale. Perché l’Italia deve tornare a pensare in grande” edito da Mondadori.

Insieme a lui ne discuteranno Savino Pezzotta, ex Segretario Cisl, Umberto Ranieri, presidente Commissione Esteri alla Camera, l’avvocato Giuseppe Stellato, Consigliere Regionale e Chicco Ceceri, già segretario provinciale del PPI. Modera la giornalista Alessandra Sardoni, uno dei volti La7. L’appuntamento è alle ore 19.30, presso il Teatro Comunale di Caserta, in via Mazzini, 71.Il Parlamentare continua dunque il tour di presentazione in giro per l’Italia, che ha già toccato le città diTrieste,Napoli,Salerno, Modena,Mantova,Padovae gliInternazionali di tennis di Roma.

A Caserta, Enrico Letta si anticiperà anche di qualche ora per un passaggio, insieme a Pezzotta, alla sede territoriale della Cisl provinciale di Via Ferrarecce, dove, alle 18.00, saluterà il Segretario Generale Carmine Crisci e i vari Segretari di categoria, tra cui Rino Brignola, Segretario Cisl Funzione Pubblica provinciale. Il mondo del lavoro è uno dei temi cari a Letta. Nell’ultima intervista concessa al Sole 24ore infatti, l’ex ministro lancia l’allarme di una “marginalizzazione del centrosinistra nelle aree più forti del Paese” e ancora afferma: “Dobbiamo parlare direttamente al mondo del lavoro e non più soltanto alla sua rappresentanza, ai sindacati”.

Il colloquio di Letta con la Cisl consolida inoltre un rapporto esistente e vivo con il mondo sindacale, iniziato già con le scorse primarie. L’incontro con il pubblico al Teatro Comunale sarà aperto dai saluti di Giuseppe Stellato, anima, promotore e antesignano dell’adesione all’area Letta in Terra di Lavoro, e di Chicco Ceceri, appunto, altro aderente insigne alla corrente. “Mi piace ribadire ancora una volta – sottolinea Stellato – che la visita di Letta a Caserta non è casuale, ma è chiaramente l’occasione per presentare una nuova unità di cui siamo orgogliosi, l’occasione per sottolineare la continuità di un rapporto costruttivo con le altre anime moderate del Partito Democratico di Caserta e dell’intero Paese. L’area Letta, dunque, costituisce oggi un luogo dove si consolida la nuova e consistente sensibilità del Partito, utile e significativa per il futuro del gruppo. Voglio ricordare che attualmente le tre province della nostra regione, Napoli, Salerno e Caserta hanno costituito intorno alla figura dell’Onorevole Letta dei gruppi significativi di consenso e di movimento elettorale, sicura base per un ulteriore rilancio della ideologia moderata e progressista nel centrosinistra campana e nazionale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico