Trentola Ducenta

D’Alessio striglia Pagano ed elogia Griffo

Luciano D’Alessio TRENTOLA DUCENTA. “Sono molto amareggiato per quello che sta succedendo all’interno della maggioranza, sono deluso dell’operato del nostro capogruppo che stenta a far decollare un esecutivo che potrebbe dare tanto al paese”.

Parole del consigliere Luciano D’Alessio che torna a criticare l’operato della maggioranza guidata dal sindaco Nicola Pagano, a cui lo stesso imprenditore appartiene. “Ho continuamente spronato i miei colleghi, – continua D’Alessio – soprattutto gli assessori, ognuno per le proprie competenze, ad intervenire laboriosamente a sostegno del paese, ma le problematiche e le lamentele della popolazione sembrano aumentare sempre di più”.

Il consigliere ritiene che il sindaco Pagano “non può continuare a far credere agli abitanti di Trentola di poter rimediare a tutte le problematiche, pur conscio che per alcune di queste non è dato sapere neanche come affrontarle. Non approvo l’essere disponibile alle innumerevoli richieste e rimanere poi abulici”.

In quest’ultimo periodo, l’imprenditore dice di essere rimasto “un mero osservatore” nella speranza, “delusa”, che chi di dovere potesse agire attivamente anche solo per tamponare alle difficoltà immediate dei cittadini, ovviamente riconoscendo i condizionamenti finanziari ed organizzativi della giunta municipale. Ora, però, D’Alessio dice di non tollerare più di essere tirato in causa per “l’inoperosità della giunta”. Per il consigliere “è mancata la solidarietà, è mancata la collaborazione, è mancato un disegno politico, è mancata l’idea del paese – dobbiamo riprendercelo – anche piccoli gesti possono determinare l’anima del paese, costituiscono un esempio per i nostri cittadini, quelli forse che il comune ha dimenticato”.

E critica anche il mancato sostegno morale per le vittime del terremoto in Abruzzo, non avendo l’amministrazione proclamato pubblicamente un minuto di silenzio cittadino in ricordo delle vittime. Allo stesso tempo, però, ringrazia i giovani della Protezione Civile di Trentola “impegnati negli aiuti alle popolazioni colpite dal sisma”.

D’Alessio, quindi, lancia un monito alla maggioranza, “per sollecitarne l’attività, anche a rischio di mettere in bilico la vita stessa dell’esecutivo qualora se ne ravvisasse la necessità”. E chiede al sindaco, all’assessore all’Urbanistica e all’ufficio competente un intervento immediato su viabilità e segnaletica. A cominciare dall’eliminazione dei dossi artificiali, seguita dal riordino della segnaletica e dalla corretta gestione del traffico cittadino, “ingorgato – dice D’Alessio – soprattutto per i disagi di viabilità, problematica che vede coinvolte non solo le piccole vie cittadine, ma soprattutto, via Circumvallazione e via Santa Monica arterie di collegamento con l’asse mediano”. “E’ necessario uno studio attento delle zone critiche del paese – continua – per assicurare un corretto defluire dei veicoli, senza per questo limitare e provocare disagi ai servizi e al commercio locale”.

Infine, D’Alessio dice di non poter esimersi dal riconoscere alcuni meriti al lavoro dell’ex sindaco Michele Griffo: “Seppur con fare ‘autoritario’, Griffo in qualche modo assicurava una viva partecipazione del paese. Lo stesso intervento in merito alla viabilità – conclude il consigliere – che oggi ha determinato enorme caos, è stato nella scorsa legislatura saldamente gestito”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico