Santa Maria C. V. - San Tammaro

Rilancio del patrimonio storico, Giudicianni chiede aiuto alla Rai

Alberto Angela SANTA MARIA CV. L’amministrazione comunale, in linea con il proprio programma elettorale, al fine di favorire lo sviluppo del turismo e dell’economia locale, invita Alberto Angela e la Rai ad aderire al progetto di rilancio dell’Antica Capua e delle sue bellezze storico-artistiche.

Il primo cittadino Giancarlo Giudicianni ha inoltrato una lettera alla Rai e al noto conduttore televisivo, esperto conoscitore dell’arte e dell’archeologia del nostro Paese, per sollecitare un interessamento alla città di Santa Maria Capua Vetere e al suo patrimonio storico e culturale.

“Una città antica giace al di sotto di S. Maria Capua Vetere – si legge nella missiva – è la Capua etrusca e romana che, lungi dall’essere cancellata dai secoli, emerge di continuo nel corso della realizzazione di opere pubbliche e private”.

Chiaro il riferimento ai reperti venuti alla luce durante i lavori di rifacimento di piazza I Ottobre che, appena la Sovrintendenza ai Beni culturali ultimerà le operazioni, verrà consegnata alla cittadinanza. Nonostante il valore di queste e molte altre scoperte, sono stati rivenuti i resti di un quartiere produttivo con officine e fornaci di epoca etrusca e circa trenta tombe della fase finale dell’età del bronzo, tuttavia, gran parte del patrimonio sammaritano rimane sconosciuto ai turisti che visitano la nostra regione.

“La città di cui sono sindaco – continua la lettera – non riesce a rivelare al pubblico di essere l’erede dell’Antica Capua, la più grande città dell’Impero dopo Roma. Molti cercano le antiche memorie nella vicina città consorella, altri riescono a rintracciare al massimo l’Anfiteatro o il Mitreo. Gran parte dei ritrovamenti sono conservati nel Museo dell’Antica Capua che sembra volutamente ignorato da tutti. Abbiamo bisogno di visibilità, di attirare l’attenzione dell’Italia e degli studiosi, di costringere gli organi di Governo centrale a guardare anche da questa parte”.

Per queste ragioni l’amministrazione comunale chiede aiuto alla Rai e ad Alberto Angela, affinché possano trovare l’attenzione che meritano le infinite bellezze del nostro territorio e affinché la Capua Antica sia restituita alla sua importanza, alla storia e alla cultura d’Italia e d’Europa, alla conoscenza di tutti, da non ricordare solo per gli ozi di Annibale, ma per tutti i suoi diciotto secoli di storia.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico