Maddaloni - Valle di Maddaloni

Luigi Bove (Pdl) “Maddaloni paralizzata dal Pd”

BoveMADDALONI. Il consigliere comunale del Pdl, Luigi Bove commenta l’ ennesima crisi politica della maggioranza di centrosinistra e accusa il “Pd di aver creato una situazione di stallo politico ed amministrativo che sta danneggiando la città di Maddaloni, …

… le Istituzioni locali e i cittadini stessi. Il Partito democratico , assieme alle forze politiche che da tre anni ( e non solo) stanno governando la città, già eccellevano per inefficienza amministrativa e immobilismo politico; ora con l’ ennesima crisi politica di maggioranza, Maddaloni è ridotta in ginocchio . Mentre il sindaco e la sua pseudo maggioranza si attaccano sulla base di una serie di veti incrociati su chi debba o non possa fare l’ assessore, i problemi di Maddaloni sono irrisolti e addirittura non affrontati. Mentre il sindaco, assieme ai suoi pseudo alleati e ai trasformisti – questuanti dell’ ultima ora, tiene continui ed inutili vertici , banchetti e summit la città muore. E’ da un mese che non esiste la giunta: ribadisco un concetto e secondo il quale non è che le giunte Farina in precedenza siano state foriere di attivismo politico, anzi tutt’ altro. Ma ora addirittura siamo senza esecutivo; è da un mese che stiamo senza presidente del consiglio comunale perché la maggioranza originaria, condita dei trasformisti – questuanti dell’ ultima ora, non è capace di trovare l’ accordo su un nome”. Ma Bove è netto “dal giorno in cui si è insediato questo consiglio comunale, il Sindaco ha già cambiato ben 14 – 16 assessori senza che tutti questi cambiamenti apportassero giovamenti alla comunità. Ora ne cambia ancora altri: ma è sul punto di non ritorno politico: se sostituisce i 5 anziani con i 5 giovani di nomina, allora vuol dire che avrà scelto forse in base ai capelli bianchi o neri degli assessori; se azzererà tutto vuol dire che ammetterà di aver fallito; se nominerà gli stessi di prima vuol dire che avrà preso in giro i maddalonesi. E allora io rivolgo una domanda- consiglio al sindaco Farina: non sarebbe il caso, dopo tanti e inutili tentativi, fare uno scatto di orgoglio e dimettersi definitivamente e riconsegnare la parola ai cittadini? Se fossi il sindaco Farina, direi ai maddalonesi “ci ho provato a governare; non ce l’ ho fatta e a voi la parola”. Sono sicuro , però, che Farina continuerà imperterrito a credere in qualcosa di impossibile: riuscire a governare Maddaloni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico