Capua - Grazzanise - Vitulazio - Camigliano - Pastorano - S.Maria la Fossa

Capua, giurano 1150 volontari del primo blocco 2009

 CAPUA. E’ stato il quarantaseienne comandante del 17° Reggimento Addestramento Volontari “Aqui”, Colonnello Pietro Nofroni, di Augusta (Sr), che nella giornata del 24 aprile, con inizio alle ore 10.30, nel piazzale d’armi della Caserma “Oreste Salomone”, …

… intitolato alla Medaglia d’Oro al Valor Militare Caporal Maggior Gerardo Antonucci, di Casagiove, morto il 24 gennaio 1996 a Sarajevo, ha dato lettura della formula con la quale 1.150 volontari a ferma prefissata di un anno (Vfp1) del primo blocco 2009 hanno prestato solenne giuramento di fedeltà alla Patria ed alle sue Istituzioni. È stato un momento esaltante per i giovani provenienti da ogni parte del Paese, ma in gran parte, come del resto avviene da sempre, dal meridione d’Italia. Sugli spalti gli oltre 5.000 familiari, amici e fidanzate, hanno fatto un tifo d’inferno.

 Alla presenza del Generale Antonio De Vita, comandante del R.u.a. (Raggruppamento Unità Addestrative) e delle massime autorità civili, religiose e militari dell’intera provincia, i militari si sono ritrovati nel piazzale della caserma Salomone ed hanno gridato all’unisono “Lo Giuro”. Toccante, come sempre, l’esecuzione dell’inno nazionale, scandito dalla Fanfara della Brigata Meccanizzata “Granatieri di Sardegna”, che hanno visto uniti nel cantarlo orgogliosamente sia i militari schierati sul piazzale che il numeroso pubblico sulle tribune, segno inequivocabile del grande Amore che gli italiani nutrono nei confronti del loro Paese e della vicinanza che essi hanno con l’Esercito degli Italiani.

 Il 17° Rav è inquadrato nel Raggruppamento Unità Addestrative (Rua), comandato dal Generale De Vita; entrambi gli enti sono ubicati nella caserma “Oreste Salomone” di Capua. È stata una giornata all’insegna della più profonda “solennità militare” che ha visto, in armi, i volontari giurandi, con la resa degli onori alla Bandiera di guerra del 17° Reggimento “Acqui” decorata dell’Ordine Militare d’Italia, di una medaglia d’oro, tre d’argento e una di bronzo al valor militare. Autorità rassegnatrice è stato lo stesso lo stesso Generale Antonio De Vita comandante del Raggruppamento Unità Addestrative.

Dopo la preghiera del soldato letta dal cappellano militare del Rua, don Claudio Ricciuti, proveniente dal 5° Reggimento Alpini di Vipiteno, il prefetto di Caserta, dottor Ezio Monaco, ha conferito uno speciale riconoscimento a tre Vfp1. Si tratta di Luigi Di Paola, nato a Roma il 28 dicembre 1986, Francesco Cobuzzi,  nato a Canosa di Bari il 12. gennaio 1984 e di Nicola Santoro, nato a Foggia il 7 settembre 1987, che si sono particolarmente distinti lo scorso 5 aprile in un’attività di soccorso a civili rimasti vittima di un grave incidente.

Mentre rientravano da una licenza percorrendo l’autostrada all’altezza di Avellino Est assistevano ad un gravissimo incidente al quale erano scampati. Senza indugio ed a sprezzo della loro stessa vita scendevano dall’auto e si prodigavano a prestare soccorso alle vittime e, incuranti del pericolo, riuscivano, con mezzi di fortuna a far arrestare il flusso delle auto sino all’arrivo della pattuglia della Polizia Stradale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico