Sant’Arpino

Pd: “Cammisa si crea bersagli inesistenti”

PdSANT’ARPINO. “Abbiamo l’impressione che il consigliere Domenico Cammisa (per noi resta ‘Mimmo’) voglia crearsi dei bersagli inesistenti o per fare un calembour dei ‘bersagli-fantasmi’, quello del Pd”.

Così una nota del Partito Democratico dopo le dichiarazioni rilasciate dal consigliere comunale ed esponente dei Comunisti Italiani, Domenico Cammisa.

“Al di là della battuta – continua il Pd – per sdrammatizzare un poco, vogliamo ricordare che il nuovo partito dei democratici italiani non è la sommatoria di vecchie ideologie passate e, quindi, una semplice fusione a freddo con altre realtà,come quella cattolica-riformista e altre esperienze.

Si tratta, bensì,di un aggiornamento moderno di fare politica, che prende atto delle grandi rivoluzione del terzo millennio e che è chiamato a fare i conti con la globalizzazione ed i suoi effetti, non ultimo la crisi che oriente ed occidente vivono.

E per calarci nella nostra realtà locale si tratta di prendere atto dei tanti problemi da risolvere e di fare i conti soprattutto con le tante domande, ricche di contenuti,dei cittadini ai quali dobbiamo delle risposte con proposte non demagogiche.

E se è vero, caro Mimmo, che le ideologie hanno fatto il loro tempo, è pur vero che idee e valori, specialmente nei contenuti, devono differenziare proposte politiche diverse, avendo la consapevolezza, piaccia o no, che il progresso nella storia guarda inesorabilmente avanti,spesso non girandosi neppure un istante indietro,e questo avviene anche in politica.

Questo il senso politico del ‘fantasma’, che non era un giudizio di valore morale ma solo la constatazione di un qualcosa appartenuto al passato e che oggi difficilmente troverebbe posto in un mondo che tutto velocemente consuma. Questo, però,chiaramente non significa non tener conto delle esperienze del passato di tanti militanti (anche del Pci).

Tali esperienze contribuiscono notevolmente a far crescere un progetto riformista proiettato nel futuro. Per questo ci ha sorpreso l’interpretazione stessa del comunicato del Pd da parte di Cammisa. Una sorpresa ancora più grande dal momento che anche Mimmo, nella fase iniziale, si era impegnato per la nascita del Partito Democratico, facendo avvicinare molti giovani al partito.

Oggi invece notiamo che lo stesso Cammisa (al quale le critiche che rivolgiamo sono politiche e non personali, diversamente da come è stato fatto nei confronti nostri) prende le distanze e torna a preferire schemi sorpassati e del passato.

Noi ci auguriamo in un ripensamento e attendiamo Mimmo, perché stentiamo ad immaginarlo compatibile con una maggioranza sempre più spostata a destra, per un civile confronto di merito rispetto a quanto realizzato in questo primo anno dalla maggioranza di Alleanza Democratica, che non è uno schieramento civico, ma una vera alleanza politica caratterizzata dalla forte presenza del Partito della Libertà, che è, per restare al tema della simpatica polemica, un fantasma non ancora materializzatosi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico