Italia

21 marzo 1804, Napoleone Buonaparte emana il Code Napoleon

Napoleone Bonaparte Il “Code civil des Francais” o meglio noto come il Code Napoleon (Codice napoleonico), viene emanato direttamente da Napoleone Bonaparte il 21 marzo del 1804.

Il tentativo, riuscito senza dubbio alcuno, è quello di mettere insieme l’intero “corpus” giuridico francese. Il codice trova ispirazioni di carattere franco-germanico, anche se poi riesce a mettere insieme tante di quelle norme di diritto comune, che erano ormai frantumate in mille rivoli.

In soli quattro mesi i quattro insigni giuristi chiamati a metterlo insieme, Malevillòe, Portalis, Bigot de Preamenau e Jean Jacques de Cambaceres, riuscirono a dargli i giusti natali, lavorando sodo da agosto a novembre del 1804, un’impresa che solo a pensarci oggi sarebbe impossibile. Da considerare infatti che in quesrti quattro mesi il testo andò alla Corte di Cassazione, quindi al Consiglio di Stato ed infine al Parlamento, passando immediatamente prima per il Tribunato che ne discusse ogni singolo capitolo.

Il Codice è composto da 2281 articoli e si compone di: Titolo Preliminare, in cui si tratta della legge in generale; Libro Primo, che tratta dei diritti della persona e della famiglia, norme sullo stato civile, il matrimonio che trova una sua versione anche civile, il divorzio (inserito forse per fare contento proprio Napoleone), la paternità, la filiazione, la capacità di agire (compare la maggiore età a 21 anni), Libro Secondo, che tratta dei beni e della differente modificazione della proprietà, in cui si abolisce il feudo; Libro Terzo, in cui si tratta dei differenti modi di acquisto della proprietà, ma qui troviamo la equiparazione tra maschi e femmine, compaiono le obbligazioni, ma anche i contratti concreti e certi.

La rivoluzione legale voluta dal Bonaparte rappresenta un fatto fondamentale per l’intera giurisdizione non solo francese, visto che poi il Codice sarà applicato di volta in volta sui territori di nuova conquista francese e resterà per anni in vigore.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico